Stai leggendo

Come arrivare in Provenza

Come arrivare in Provenza

Dall’Italia si può raggiungere la Provenza con diversi mezzi, grazie alla sua vicinanza. Ecco come arrivare.

In aereo

Per chi vuole arrivare in Provenza in aereo, i voli diretti dall’Italia raggiungono gli aeroporti di Marsiglia e Nizza.

Marsiglia

L'aeroporto di Marseille Provence (Marignane) rappresenta la porta della Provenza ed è il punto di partenza ideale per arrivare se si vogliono visitare città come Aix-en-Provence, Arles, Avignone, Marsiglia e Tolone, ma anche zone come la Camargue, il Luberon e la Côte Bleue (25 chilometri di costa che vanno da Marsiglia a Martigues in un susseguirsi di calanchi, spiagge e porticcioli). Marignane è collegato all'Italia con voli Alitalia, easyJet, Meridiana, Mistral Air, Ryanair, Twin Jet, Volotea e Vueling Airlines.

Nizza

L'Aeroporto Nice Côte d’Azur è il punto di riferimento per chi vuole arrivare in una delle tante località balneari e per l'entroterra della Costa Azzurra, ma anche per le stazioni scistiche alpine della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Nice Côte d’Azur è collegato all'Italia con voli Alitalia, APG Airlines, easyJet, Meridiana, Mistral Air, Twin Jet, Volotea e Vueling Airlines.

Entrambi gli aeroporti sono ben collegati con le città di riferimento. Inoltre, presso entrambi gli scali diversi operatori di noleggio permettono di affittare auto e altri tipi di veicoli.

In treno

A chi preferisce arrivare in Provenza in treno, Thello propone una linea diretta che collega Milano a Marsiglia e serve le stazioni di:

In auto

Come arrivare in Provenza in auto? La via più comoda per raggiungerla dall’Italia è l’autostrada A10 Genova-Ventimiglia. In territorio francese diventa A8.

Le altre strade dalle quali si può raggiungere la Provenza in auto sono:

  • SS20 Colle del Tenda;
  • SP255 Colle della Lombarda;
  • SS21 Colle della Maddalena;
  • A32 e Colle del Monginevro.

I limiti di velocità in Francia sono fissati a livello nazionale. I controlli della velocità vengono effettuati attraverso i radar, omologhi degli autovelox italiani: le mappe dei radar permettono di verificarne la posizione.

Partecipa alla discussione