Stai leggendo

Provenza e Costa Azzurra, novità e anticipazioni 2019

Provenza e Costa Azzurra, novità e anticipazioni 2019

Eventi, mostre, nuove aperture... Le novità del 2019, di prima mano da Atout France.

Ogni anno, intorno a fine gennaio, Atout France presenta ai media le novità che la Francia riserva ai suoi visitatori.

Ecco quindi, per chi sta già facendo programmi, le notizie più fresche e qualche anteprima di quello che ci aspetta in Provenza e Costa Azzurra.

Marsiglia

Partiamo dal capoluogo, perché a Marsiglia le novità sono davvero interessanti.

Due le ‘grandi mostre’ in programma: Jean Dubuffet, dal 24 aprile al settembre al Mucem, e Man Ray e la Moda, dal 19 ottobre 2019 al 23 gennaio 2020 al Musée Borély.

Gli amanti dell’architettura avranno di che lustrarsi gli occhi con la torre La Marseillaise di Jean Nouvel, ultimata a settembre 2018: impossibile non notarla, con i suoi 135 metri di altezza e i suoi colori.

Sul fronte accoglienza, invece, l’ultimo nato è Les Bords de Mer, hôtel, ristorante e Spa aperto a dicembre 2018.

Informazioni

Aix-en-Provence

Sono addirittura tre gli eventi da non perdere a Aix-en-Provence: Capolavori Guggenheim – Da Manet a Picasso, dal 1° maggio al 29 settembre al Caumont Centre d’Art; il Festival di Pasqua, dal 13 al 28 aprile, dedicato alla musica con solisti di primo piano e orchestre dal mondo intero; il 71° Festival d’Aix-en-Provence, con tre settimane di lirica e classica dal 3 al 22 luglio.

Per chi ha sete di novità nell’hôtellerie, a giugno aprirà le porte Villa Saint Ange, hotel-ristorante di alta gamma. Per  chi ha sete ‘e basta’, invece, Aix-en-Provence propone un’acqua minerale esclusiva, la 808. Non dimentichiamo che già al tempo dei romani Aix godeva di ottima fama come città termale.

Informazioni

Arles

Grande fermento ad Arles, giustamente soddisfatta per essere stata inclusa dal New York Times tra le 52 destinazioni top da vedere nel mondo.

Per quest’anno la città ha in programma diverse novità, con un occhio di riguardo per gli amanti della fotografia: dal 1° luglio al 22 settembre, i Rencontres d’Arles festeggiano 50 anni, e in corso d’anno è prevista l’apertura della nuova Scuola Nazionale Superiore di Fotografia.

La sede sarà davanti alla Fondazione Luma, che per la fine del 2019 vedrà completata la costruzione del suo nuovo edificio progettato da Frank Gehry (ma per l’apertura integrale del centro d’arte contemporanea dovremo attendere il 2020).

E a dicembre aprirà il Museon Arlaten, destinato a diventare il nuovo tempio della cultura provenzale.

Informazioni

Avignone

Avignone ci invita a visitare il Palazzo dei Papi con con l’Histopad, per scoprire o riscoprire questo gioiello del patrimonio vedendo, grazie al tablet, le sue nove sale principali restituite al loro splendore originale.

Imperdibili per definizione sono il Festival d’Avignone, che per festeggiare il suo 73° compleanno a luglio invaderà la città per tre settimane, e il Festival OFF, che di candeline ne spegne ‘solo’ 54, dal 5 a 28 luglio.

All’ Hôtel de Caumont potremo vedere fino al 28 maggio la mostra Da Sol LeWitt a Jean-Michel Basquiat, grazie alla Collezione Lambert di arte contemporanea.

Informazioni

Vaucluse

Se ci spostiamo dal capoluogo ma senza allontanarci troppo, abbiamo solo l’imbarazzo della scelta.

Tre i grandi appuntamenti del 2019 nel Vaucluse: Les Printemps de Châteauneuf-du-Pape, il salone del vino che festeggia 10 anni il 6 & 7 aprile con più di 80 viticoltori, degustazioni, laboratori e vendita; i 150 anni delle Chorégies d’Orange, il più antico festival di arte lirica, creato nel 1869; la Fiera Internazionale degli Antiquari di L’Isle sur la Sorgue, che arriva alla 106a edizione con due appuntamenti, a Pasqua (dal 19 al 22 aprile) e attorno al weekend del 15 agosto.

Informazioni

Luberon

Per chi ama l’art de vivre provenzale, il Luberon è una meta obbligata, con i suoi domaines vinicoli da visitare, i suoi splendidi hotel e spa – come La Bastide de Gordes, Les Bories e il Domaine de Fontenille – e ben quattro chef stellati Michelin: Grégory Mirer a Gordes (Les Bories), Jean Jacques Prévot a Cavaillon (Restaurant Prévot), Pierre Gagnaire a La Bastide de Gordes (Restaurant Péir) e Jerome Faure al Domaine de Fontenille.

Tra le novità del 2019, una è per i fan della lavanda: da metà giugno a metà luglio il museo della lavanda e boutique di prodotti Château du Bois organizza escursioni di mezza giornata per vedere dove nasce la lavande vrai, la qualità più pura e pregiata dell’oro blu di Provenza.

Luberon

Nîmes

Se amministrativamente parlando non siamo più in Provenza, poco ci manca, e sarebbe un peccato perderla perché è così vicina e così bella. A Nîmes, città dal passato romano, I Grandi Giochi Romani festeggiano 10 anni. L’edizione 2019 si svolgerà il 3, 4 e 5 maggio e avrà per tema “I Re Barbari”.

Imperdibile lo spettacolare e recentemente rinnovato Musée de la Romanité che quest’anno presenta una nuova mostra: Pompei, storia di un salvataggio.

Informazioni

Hyères

Sono tre le buone notizie che arrivano da Hyères e dintorni. In città, dal 25 al 29 aprile il centro d’arte di interesse nazionale Villa Noailles ospita il Festival della Moda e della Fotografia. Chi avrà la fortuna di trovarsi lì al momento giusto potrà concorrere, con il suo voto, a dare prestigio e visibilità al proprio stilista favorito.

Le altre due news che ci riguardano arrivano da Porquerolles, paradiso degli amanti del mare e della bicicletta: ad aprile riapre i battenti per la sua seconda stagione Villa Carmignac, dovre potremo ammirare i capolavori d’arte contemporanea dell’omonima Fondazione con una nuova mostra sul tema “La Source/La sorgente”. E dal 6 al 10 luglio potremo lasciarci incantare dalle note di Jazz in Porquerolles.

Informazioni

Saint-Tropez

A Saint-Tropez, Brigitte Bardot colpisce ancora: accogliendo una richiesta dell’attrice, la cittadina diventa la prima destinazione vegan di Francia; tutti (o quasi) i ristoranti di St-Trop’ proporranno un intero menu o almeno un piatto vegano.

All’insegna della sostenibilità anche i grandi cambiamenti in vista a Pampelonne e sulle sue spiagge da mito.

Due gli eventi della stagione tropezienne da non perdere: la primissima edizione dell’Indian Week, dal 24 al 29 giugno, e quella degli Incontri Internazionali della mobilità sostenibile, dal 20 al 24 settembre 2019.

Informazioni

Costa Azzurra

Cote d’Azur France, il nuovo marchio della Costa Azzurra, offre una varietà di proposte di life style alla francese che vanno dalla spiaggia alle montagne innevate: spa e centri termali, un itinerario sorprendente come la Strada della Mimosa (da Bormes-les-Mimosas a Grasse), località sciistiche per tutti i gusti (fra le più famose delle Alpi Marittime, Valberg, Isola 2000, Auron...), il cinema con il Festival di Cannes e i 100 anni dei mitici “Studios de la Victorine” (vedi voce "Nizza").

Se siamo in cerca di un pretesto per scorrazzare lungo la costa e nell’entroterra, dal 30 marzo al 28 aprile potremo approfittare del Festival dei Giardini della Costa Azzurra: il tema della 2a Edizione, “Sogni di Mediterraneo”, mette già voglia di partire.

Informazioni: Costa Azzurra

Informazioni: Festival dei giardini della Costa Azzurra

Antibes

Antibes si è guadagnata un nuovo label, come si dice qui: è entrata nel novero delle “Città e Mestieri d’Arte”, un marchio che punta a favorire lo sviluppo e la trasmissione di savoir-faire d’eccellenza.

E proprio perché si parla di eccellenza non possiamo non citare il Week-end del Design e delle Arti della tavola al Palazzo dei Congressi di Juan-les-Pins: dalla scuola specializzata all’artigianato l’arte, dal design all’industria, quello dal 1° al 3 novembre sarà un fine settimana nel segno dell’innovazione e della creatività.

Per dormire sonni beati si può provare il nuovo hotel La Villa (4 stelle).

Informazioni

Biot

Del marchio Città e Mestieri d’Arte, Biot si fregia già da tempo: da anni propone visite guidate alla scoperta dei savoir-faire di cui è costellata. Per il 2019 ci ha preparato un nuovo, ricco itinerario, Biot, 50 artisti e artigiani.

Chi ha l’agenda libera può approfittare di due occasioni: la prima coincide con le visite proposte durante le Giornate europee dei mestieri d’arte, il primo fine settimana di aprile, sul tema “Mestieri d’arte, firma del territorio”; il secondo appuntamento da non perdere è la 5a edizione del festival Souffleurs d’avenir il 26, 27 e 28 aprile.

Anche qui, è pronta ad accoglierci ‘tra le braccia di Morfeo’ una new entry, l’Hôtel de la Bastide di Biot (4 stelle).

Informazioni

Nizza

Città ‘di ampie vedute’, Nizza allarga le proprie proposte e diventa Metropole Nice Côte d’Azur, aggregando 49 comuni e un patrimonio ricco di bellezze naturali e di storia che si estende dal mar Mediterraneo alle cime del Mercantour: più di 500mila abitanti su una superficie di 1.400 km2.

Possiamo farci un salto dal 16 febbraio al 2 marzo per il Carnevale che ha per protagonista il Re del Cinema, o in un altro momento dell’anno: la celebrazione dei 100 anni degli studi cinematografici La Victorine (vedi voce "Costa Azzurra") ci riporterà sempre e comunque alla settima arte.

Inutile dire, infine, che la città è tra le protagoniste del Festival dei Giardini della Costa Azzurra.

Informazioni: Nizza

Informazioni: Carnevale di Nizza  

Cannes

Per chi ama i ritmi dolci e la lucce così particolare della Costa Azzurra, Cannes resta un punto fermo: le Isole di Lérins, con 330 ettari di spazi naturali protetti, sono un paradiso naturalistico e paesaggistico incontrastato, mentre sulla ‘terraferma’ il tradizionale mercato Forville colora il cuore della città.

Le novità si concentrano lungo la Croisette: un nuovo look, le spiagge più belle e un restyling urbano che si svilupperà per più di quattro anni con una passeggiata vegetalizzata e uno spazio condiviso per lo sport. Lunga vita tutto l’anno al celeberrimo lungomare, e non solo nel periodo del Festival!

Informazioni


Immagine della testata: Festival di Avignone © Alain Hocquel

Partecipa alla discussione