Stai leggendo

Diventare vignaioli nel Luberon. Niente di più facile

Diventare vignaioli nel Luberon. Niente di più facile

Vi piacerebbe fare il 'vostro' vino ma pensate che sia troppo complicato? Andate a trovare i copains di OrgÂmic, 'amici di vino' per divertimento e per passione. Potreste cambiare idea.

Diventare vignaioli nel Luberon è semplicissimo. Anche se abitate a 500 o 1500 chilometri. Non ci credete? Potete chiederlo a Charles che sta a Singapore e viene a Goult una volta all’anno, tra fine settembre e metà ottobre, per la vendemmia: più si è, prima si finisce e più ci si diverte. O a Sylvain, che vive a pochi chilometri da qui e passa buona parte del suo tempo libero a lavorare nelle vigne, insieme ad altre decine di persone. Sono già quasi 70 i copains, gli amici, che fanno parte di OrgÂmic, progetto di coltivazione organica e produzione di vino biologico e biodinamico in pieno cuore del Parco del Luberon, nel Vaucluse. E presto diventeranno una novantina.

Sylvain tiene aperta la cave di Orgamic.

Tra compagni di scuola e amici per caso

Donne e uomini, hanno tra i 25 e i 75 anni e nella vita fanno i mestieri più diversi: il medico, il muratore, l’avvocato, il contabile, l’elettricista, l’agente immobiliare, l’assistente all’infanzia, il consulente finanziario… Alcuni erano vecchi compagni di scuola, altri sono arrivati con il passa parola, altri ancora si sono fermati per caso alla cantina e hanno deciso di infilarsi in questa avventura. Per il gusto di fare il proprio vino da condividere con la famiglia o con gli amici.

 

Nel segno dell’amicizia: tutti per uno, uno per tutti

In comune hanno la passione per ciò che è bio e la voglia di passare un po’ di tempo insieme per dare nuova vita a delle vecchie vigne. Chi abita più vicino si prende cura tutto l’anno del terreno e delle piante, oppure tiene aperta la cantina. Chi è più distante arriva nei momenti chiave, quelli in cui c’è bisogno di tutti, come quando OrgÂmic porta il suo vino nelle fiere di settore.

La vendemmia, uno dei momenti più belli per i copain di Orgamic
Sempre un po’ a turno si occupano delle consegne (ai clienti più vicini, rivenditori e ristoranti) e delle spedizioni. E insieme, quando serve, danno anche un’imbiancata alle pareti della cantina e riparano qualche attrezzo: tra tanti, c’è sempre chi ha le competenze giuste, e gli altri danno una mano.

22mila bottiglie di vino, da Gault alla... California

Con il loro lavoro volontario (solo per le attività più specialistiche si rivolgono a professionisti esterni), i copains di OrgÂmic riescono a coltivare otto ettari di vigneto e a produrre, secondo le annate, dalle 15mila alle 22mila bottiglie di rosso, rosato e bianco IGP Luberon e Ventoux. Hanno cominciato a lavorare il terreno e occuparsi delle prime vigne nel 2012 e ora le loro bottiglie si trovano sulla tavola di ristoranti rinomati di tutta la Francia e in vendita dai grandi cavistes. Provare per credere: entrate a Le lieu du vin, a Parigi, e chiedete un rosso, come il Fruit Défendu, o un rosé, come il Préliminaires. Sarete accontentati.

I vini di Orgamic

Che sarebbero arrivati lontano, gli amici di OrgÂmic, era destino. Basta dare un’occhiata all’indirizzo della cantina di Lumières, nel comune di Goult: 263, rue de la Californie. Un altro posto dove di vino se ne intendono.

 

In pratica: come aderire a OrgÂmic

Attraverso la SCEA Vins de Copains (Société Coopérative d’Exploitation Agricole), OrgÂmic è una società civile cooperativa in cui ogni copain-associato possiede delle quote e partecipa alla vita della ‘proprietà vinicola’: produzione, commercializzazione, consulenza…

Sentirsi a casa nella cave di Orgamic
Chi vuole aderire può contattare i copains via mail (contact@domaine-orgamic.com), per telefono (+33(0)607911065 o +33(0)610231242) o via Facebook (@DomaineOrgamic), darsi appuntamento alla cantina e farsi raccontare da loro tutti i particolari davanti a una bottiglie di vino della casa. Se le chiacchiere vanno avanti e la bottiglia finisce, se ne può sempre aprire un’altra.



Partecipa alla discussione