Stai leggendo

Bambini e mal d'auto: piccoli accorgimenti per piccoli viaggiatori

Bambini e mal d'auto: piccoli accorgimenti per piccoli viaggiatori

Che precauzioni adottare se il mal d'auto è in agguato? Perché i bambini ne soffrono? Come prevenirlo? A cura della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale.

Il mal d'auto è un disturbo frequente nei bambini e inoltre è spesso familiare. Quindi, se state preparando un viaggio con un bambino, considerate che il fenomeno può sempre manifestarsi, soprattutto se un genitore ne ha sofferto.

Se sapete già che il bambino soffre di mal d’auto, consultate il vostro pediatra: se non è possibile programmare il viaggio nelle ore in cui sapete, per esperienza, che è più difficile che il mal d’auto si presenti, il medico vi potrà indicare i farmaci (pastiglie o gocce) che è possibile somministrare prima della partenza. Leggete sempre bene le indicazioni e gli eventuali effetti collaterali, e attenetevi alle dosi indicate dal pediatra.

Scegliete comunque il percorso più diretto per raggiungere la vostra meta e spostatevi nelle ore di minor traffico, per evitare di alternare eccessivamente frenate e accelerazioni.

I fattori che favoriscono il mal d'auto

I bambini non sotto tutti uguali, ma alcuni fattori favoriscono comunque l'insorgere del mal d'auto:

  • l’età! I bambini tra 2 e 6 anni ne soffrono più facilmente, è molto raro sotto i 2 anni;
  • la familiarità;
  • la sensibilità soggettiva a nausea e vomito;
  • la paura e l’ansia di poter vomitare;
  • la scarsa ventilazione del veicolo;
  • viaggiare sul sedile posteriore senza poter vedere fuori dal finestrino.

Gli accorgimenti per prevenire il mal d’auto

Ecco alcune accortezze che aiutano a prevenire il mal d'auto e a far viaggiare il bimbo più sereno:

  • fargli guardare la strada nel senso di marcia;
  • fare in modo che non guardi libri, schermi o videogiochi;
  • fargli tenere la testa appoggiata allo schienale, in maniera da evitare il più possibile i movimenti;
  • aprire le bocchette della ventilazione o attivare l'aria condizionata;
  • non fumare nell’auto (questo dovrebbe valere sempre). L’odore di fumo favorisce la nausea;
  • preparare il viaggio, ovvero roganizzare qualcos aper distrarre il bambino: giochi, musica...;
  • se il bambino è piccolo, massaggiarlo per distrarlo;
  • fare attenzione ai sintomi che accompagnano il mal d’auto, come sudorazione fredda e pallore. Può essere utile usare qualche goccia di olio profumato, perché i profumi possono alleviare la sensazione di nausea

A digiuno o a stomaco pieno?

L’alimentazione nei bambini che soffrono di mal d’auto influisce in modo molto soggettivo: per alcuni è meglio mangiare qualcosa prima di mettersi in viaggio, per altri è preferibile il digiuno. In questi casi l’unico suggerimento è l’esperienza personale. In ogni caso, anche la fame prolungata può favorire nausea e cefalea. Quindi, anche se sapete che in genere è meglio non dare nulla da mangiare al vostro bambino, portate sempre con voi degli snack (ad esempio, cracker non salati) e dell’acqua, anche se il viaggio è breve.

Sintomi di mal d'auto? E' opportuno fermarsi

Se, nonostante tutte le precauzioni, il bambino presenta i sintomi del mal d’auto, è necessario fermarsi almeno un’ora, prima di riprendere il viaggio, facendolo camminare e prendere aria fresca.


Giuseppe Di Mauro - Presidente Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale

Adima Lamborghini - Pediatra Federazione Italiana Medici Pediatri

Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale

 

 

Partecipa alla discussione