Stai leggendo

Sentirsi a casa nel centro di Arles

provato per voi

Sentirsi a casa nel centro di Arles

Il fascino discreto della Maison Molière, da scoprire poco per volta. E l'affabilità di Michel Montagnier, ospite perfetto.

Maison Molière è sentirsi a casa nel centro di Arles. Anche se ad Arles ci arrivi per la prima volta.

Certo, fanno molto la gentilezza e l’affabilità di Michel Montagnier, ospite perfetto, ma non è solo questo. È un non-so-che che la sua casa trasmette.

Maison Molière - Per uscire puoi prendere a prestito un cappello di paglia

Arredata con estrema cura e gusto, ma senza mai prendere il sopravvento, con dettagli raffinati che non si impongono, ma devi scoprire poco per volta.

Maison Molière - Il salone

Tinte calde, come quelle che ami per il tuo salotto e la tua camera da letto.

Maison Molière - Luci e ombre

E poi c’è il fascino del “dove è”. Una stradina a due passi dal Rodano, da un lato, e dalla Fondazione Vincent Van Gogh, dall’altro, che fa subito “quartiere”, dove ti saluti immediatamente col vicino. O dove incontri una signora anziana col bastone che ti chiede di accompagnarla alla farmacia poco distante.

Arles, il centro storico

Ma “madame”, ci spiega Michel che naturalmente la conosce benissimo, "non ha nessun bisogno di un sostegno per andare in farmacia, lei cammina senza problemi. Lo fa solo perché ha voglia di parlare".

E allora ti viene in mente Luciano De Crescenzo e il suo mitico “amico della signora Rinascente” che chiede lo sconto, sapendo di non poterlo avere, ma solo per parlare un po’ e “farsi riconoscere”. Così, ti senti a casa per forza in una Arles che ha il fascino di tutti i “sud” del mondo.

Maison Molière - Particolare di una stanza

Arrivederci a casa, monsieur Montagnier.

Maurizio Tucci

La Maison Molière
37 rue Molière, 13200 Arles
+33 (0) 490 548 415 / +33 (0) 687 733 959

 

Partecipa alla discussione