Stai leggendo

Il fascino provenzale in una tela

Il fascino provenzale in una tela

Cézanne vive la Provenza tra i colori ad olio, una montagna e una casa solitaria. E voi? Sapete cosa si nasconde dietro un quadro?

Aix = Parigi

Aix-en-Provence, 1839. Paul Cézanne nasce proprio qui, in questa cittadina della Provenza che porta sempre nel cuore. È la sua ‘piccola Parigi’, il luogo perfetto in cui crescere e formarsi: Cézanne l’ha vissuta nel 19esimo secolo, più ricca di natura e forse un po’ più solitaria di oggi. Almeno, così la campagna di Aix arriva fino a noi, tutta intatta, olio su tela.

Aix-en-Provence, la statua di Paul Cézanne

Una casa in Provenza

Tra gli artisti dell’Ottocento emerge un giovane Cézanne che, appassionato di pittura, decide di cogliere a colpi di pennello un paesaggio provenzale. Si tratta di Aix-en-Provence, è casa sua, niente di più accogliente e conosciuto.

Eppure, nel quadro House en Provence, tra i più significativi dell’artista francese, il pittore la ritrae in modo inaspettato per un luogo così familiare.

Paul Cézanne, House en Provence, olio su tela

Il soggetto che subito richiama la nostra attenzione, osservando l’opera, è proprio la casa: dipinta con toni caldi e rosati, è un’abitazione molto semplice. Ha poche finestre, è geometrica e tagliente nelle forme, ed è circondata dalla natura.

L'edificio è un intruso nel dipinto: sembra che la natura si sia espansa intorno a lei. Infatti, è la vegetazione il vero soggetto della tela: riempie ogni spazio e copre in parte la casa. Si tratta dell’elemento più armonioso del quadro, insieme alla montagna presente sullo sfondo: la montagne Sainte-Victoire, raffigurata da Cézanne infinite volte.

Sentiero sulla montagne Sainte-Victoire

Paradossalmente, Cézanne addolcisce il paesaggio arrotondando le forme della montagna e degli alberi, ma utilizza solo toni freddi.

Tra colori caldi e colori freddi

La scelta dei colori per rappresentare casa è di fatto insolita: il verde, l’azzurro e il grigio 'infreddoliscono' Aix-en-Provence, e la fanno da padroni in un dipinto in cui i colori caldi risultano molto deboli e in assoluta minoranza.

Nonostante questo, il quadro è luminoso, di una luce forse un po’ opaca, ma protagonista. È così che Cézanne ci trasmette la sua idea di Provenza: un luogo a prima vista un po’ sperduto, singolare nei colori, ma unico e imperdibile, pieno di luce e armonia.

Soffermatevi sulle pennellate morbide dell’artista e chiudete gli occhi. Se in quella casa e nella montagne Sainte-Victoire cogliete anche voi un senso di innovazione artistica, siete pronti a guardare questa terra con gli occhi del pittore: la campagna di Aix-en-Provence è lì, perfetta per chi ama l’arte, la natura e un tocco di mistero…

Irene Palumbo – Redazione junior

Partecipa alla discussione