Stai leggendo

Roussillon: una gita per piccoli… cacciatori di colori!

Roussillon: una gita per piccoli… cacciatori di colori!

Alla scoperta di un villaggio dalle mille tonalità, immerso in una natura incontaminata.

Una giornata indimenticabile per i bambini di tutte le età? Mettete nell’agenda della vostra vacanza una tappa a Roussillon, nel cuore del Parco Naturale del Luberon.  All’arrivo, verrete subito colpiti dalle tante sfumature rossastre e ocra della terra estratta dalle cave vicine.  
Sarà divertente passeggiare per questo borgo magico, dove ci si potrà soffermare a curiosare tra le tante botteghe, le piazzette deliziose e i piccoli anfratti poetici, osservando ogni angolo, le persiane colorate,  i muri arancioni delle case, gli improvvisi affreschi dipinti sui portoni di legno.

Destinazione Sentier des Ocres, nel Parco del Luberon

La vera attrazione per i piccoli cacciatori di colori sarà il Sentier des Ocres.
Dal villaggio parte infatti un sentiero che si sviluppa fra le antiche cave di ocra con colori che vanno dal giallo oro fino al rosso intenso, completamente immerse in un ambiente boschivo di aghifoglie.
Un  mondo di terra, di sfumature e pinnacoli che si trasformano di passo in passo in un “mare” rosso, giallo, arancione, che lascerà i bambini a bocca aperta. Ci sono onde da "scalare", sabbia da calpestare, canyon da attraversare che trasformeranno questa esperienza in un’incredibile avventura!
Insomma, un percorso a piedi che porta alla scoperta di questa meravigliosa valle nata milioni di anni fa grazie all’erosione degli agenti atmosferici.

Sentiero giallo o sentiero rosso: vietato non sporcarsi!

Ci si può cimentare in due sentieri: quello giallo ha una durata di circa 35 minuti, quello rosso di 50. Entrambi guidano ad ammirare da ogni angolazione le forme colorate e stravaganti delle rocce, grazie a percorsi segnalati con scale e cartelli esplicativi nel cuore della vegetazione.
A causa dell’erosione ancora in atto, i sentieri sono ricoperti da una morbida e sottile polvere colorata che si attaccherà a scarpe e vestiti, ma permettete ai bambini di giocare e di macchiarsi con la sabbia, per loro sarà un grande divertimento! Il depliant illustrativo promette che i vestiti macchiati torneranno come nuovi spazzolandoli e poi sciacquandoli con acqua fredda (crediamoci!). Ma quando ci si innamora di un posto, si sa, rimane una traccia indelebile nei nostri cuori e magari… anche sulle nostre magliette, perché no?
Questa esperienza è anche un’occasione per insegnare ai bambini a rispettare e a preservare le meraviglie della natura: proprio per la bellezza di questo sito naturale è infatti assolutamente vietato intaccare, asportare o danneggiare queste rocce.

Sentier des Ocres: informazioni utili

Attrezzatura necessaria: scarpe comode, abiti preferibilmente non bianchi, macchina fotografica per immortalare questi paesaggi stupendi, una bottiglia d’acqua, salviettine umidificate.

Periodo: il percorso è aperto da febbraio a dicembre. Chi c’è stato consiglia il periodo aprile-ottobre. Se ci si va in estate, specie in luglio e agosto, meglio scegliere un giorno durante la settimana, meno affollato, e optare per la mattina presto o meglio ancora il tardo pomeriggio.

Come arrivare: è consigliabile raggiungere il luogo in macchina. Dall'Autostrada A7, provenendo da sud si esce a Cavaillon e si procede poi in direzione di Apt per circa 40 km. Giunti a Roussillon, si seguono le indicazioni per i parcheggi. Ce ne sono diversi e da tutti si può facilmente raggiungere a piedi il villaggio e il sentiero delle ocre.

Costo: 2.50 euro, gratis sotto i dieci anni.

Una curiosità in più: il Conservatorio dell’Ocra

Da non perdere, a pochissimi chilometri da Roussillon e dai suoi percorsi colorati, anche l'antica fabbrica delle ocre. Il Conservatorio dell'Ocra e dei Pigmenti applicati Okhra accoglie grandi e piccoli per visite guidate e corsi per imparare tutto sulla pittura e l'arte di dipingere con l'ocra.

Partecipa alla discussione