Stai leggendo

Bardot, miniserie su Brigitte Bardot in tv

Bardot, miniserie su Brigitte Bardot in tv

Girata tra Parigi e la Costa Azzurra, racconta due miti: Brigitte Bardot e Saint-Tropez.

Bardot, la serie tv e la vita di un’icona del cinema

1949-1960. Undici anni intensi. Esplosivi. Dai 15 ai 25: è l’arco della vita di Brigitte Bardot portato sul piccolo schermo dalla serie tv Bardot, in onda in Italia su Canale 5 dal 17 giugno al 1º luglio. Buona notizia: in Francia la serie, già trasmessa da France 2, è ora disponibile su Netflix. Probabile, quindi, che chi non riuscirà a seguirla nelle prossime settimane potrà "recuperare" a breve sulla versione italiana della piattaforma.

Brigitte Bardot, 1957.pngCresciuta in una famiglia borghese dalla quale ha ricevuto un'educazione rigorosa, Brigitte sogna di diventare una ballerina classica finché, a 15 anni, incontra Roger Vadim – che la lancia nel mondo del cinema – e se ne innamora. Sempre a 15 anni finisce in copertina su Elle, e poco dopo averne compiuti 18 sposa il suo anfitrione.

La fama bussa alla porta quando di anni ne ha 22, con Et Dieu... créa la Femme, girato a Saint-Tropez e diretto dallo stesso Vadim. È la pellicola che farà di Brigitte Bardot un sex symbol e un’icona del cinema mondiale, ma il successo non sarà immediato.

Jean-Luis Trintignant e Brigitte Bardot in Et Dieu créa la femme di Roger Vadim

Uscito in Francia per la prima volta nel 1956, infatti, il film riceve un’accoglienza modesta. Ma dopo il trionfo negli Usa viene riproposto al pubblico francese ed è, appunto, la consacrazione di un mito.

La serie ispirata all’attrice, modella, cantante e attivista animalista, arriva fino al 1960, quando Brigitte Bardot recita in una altro film, La verità (La Vérité) di Henri-Georges Clouzot.

Tutti quelli di Bardot: il cast, la regia e la produzione

Nelle sei puntate della serie Bardot, scritta e diretta da Danièle e Christopher Thompson  madre e figlio, autori di tre episodi ciascuno  le interpreti di Brigitte sono due: Julia de Nunez e Valentine Bourgeois, Brigitte Bardot da piccola.

Curiosità: sull’attrice che avrebbe interpretato il ruolo principale di Brigitte, i produttori – Federation Studios, GFilms e RTI-Gruppo Mediaset, con il sostegno delle regioni Île-de-France e Provenza-Alpi-Costa Azzurra, e la partecipazione di France Télévisions – hanno voluto custodire il segreto il più a lungo possibile, e sono riusciti a mantenere top secret il nome di Julia de Nunez fino a riprese iniziate.

Sullo schermo, i genitori di BB, rispettivamente Anne-Marie "Toty" Mucel e Louis "Pilou" Bardot, sono Géraldine Pailhas e Hippolyte Girardot.

Il ruolo di Roger Vadim è stato affidato a Victor Belmondo, mentre Yvan Attal è Raoul Levy, produttore di Et Dieu... créa la Femme. Anne Le Ny interpreta Olga Horstig, l'agente di Bardot, e Jules Benchetrit presta il volto a Sami Frey.

Ancora, Noham Edje è Jean-Louis Trintignant, Fabian Wolfrom è Sacha Distel e Mikaël Mittelstadt è Gilbert Bécaud.

Brigitte Bardot e Sami Frey, Saint-Tropez 1963.jpg

Dove è stata girata la serie tv Bardot: la Madrague è La Madrague?

Quanta Costa Azzurra c’è nei 312 minuti totali della serie televisiva Bardot? Davvero non poca, considerando che le scene sono state girate, oltre che a Parigi, a Saint-Tropez, Ramatuelle, La Garde-Freinet e Brégançon.

Saint-Tropez, il porto © Jean-Louis Chaix

Sur la plage abandonnée
Coquillages et crustacés
Qui l'eût cru! Déplorent la perte de l'été
Qui depuis s'en est allé
On a rangé les vacances
Dans des valises en carton
Et c'est triste quand on pense à la saison
Du soleil et des chansons

Ed è a Saint-Tropez che, a 23 anni, BB acquistò La Madrague, una casa les pieds dans l’eau, per dirla alla francese, alla quale l’attrice ha sempre affidato la sua intimità: un’oasi di pace negli anni nei quali era inseguita dai paparazzi (ma anche il teatro di feste che riempivano le pagine dei giornali della capitale) e, più tardi, il suo rifugio dopo il ritiro dalla carriera cinematografica.

Brigitte Bardot vive tuttora qui, e oggi La Madrague è un luogo leggendario e inaccessibile, inseparabile dalla sua proprietaria.

Non a caso, La Madrague è anche una canzone scritta da Jean-Max Rivière, musicata da Gérard Bourgeois e interpretata dalla stessa Brigitte nel 1963: «Sulla spiaggia deserta, molluschi e crostacei...».

Nella serie televisiva, La Madrague è il titolo del terzo episodio. Ma le riprese non sono state realizzate nella villa: le scene sono state girate in una rimessa per barche del Var, come ha raccontato al sito web della CNC Denis Seiglan, capo scenografo di Bardot: «Abbiamo trovato una rimessa per barche, persa in mezzo ai boschi. Un luogo incredibile, nel Var, vicino a Brégançon. Non credevo esistessero ancora posti del genere».

Del resto, anche La Madrague “vera” serviva in origine al rimessaggio delle barche, con una piccola casupola. Nella location vicina a Brégançon gli scenografi hanno ricostruito La Madrague di fine anni ‘50 e il microcosmo che Brigitte Bardot scoprì al suo arrivo a Saint-Tropez, quando era ancora solo un villaggio di pescatori semideserto. Per la ricostruzione, davvero fedele, gli scenografi si sono affidati alle foto dell’epoca.

Quando Saint-Tropez era un villaggio di pescatori.jpg

Bardot, cosa ne pensa la critica. E cosa ne pensa BB

Brigitte Bardot è coinvolta nella serie tv dedicata a un fase cruciale della sua vita? In realtà, non ha voluto partecipare al progetto, ne ha disapprovato la realizzazione e ha affermato di non volerne neppure conoscere il risultato finale. Al Journal du Dimanche, ha dichiarato: «Non sono nemmeno a conoscenza di questa cosa. Ma non mi interessa: l'unica cosa che conta è la mia vita reale con me dentro».

Brigitte Bardot, autografo.png

Positivi, invece, i commenti e le recensioni dei principali media francesi e stranieri, e senza risparmio i complimenti a Julia de Nunez. Per Variety, «la nuova arrivata Julia de Nunez incarna una Bardot moderna, assertiva e grintosa – probabilmente idealizzata – e la somiglianza è impressionante». Secondo Paris Match, «Julia de Nunez sublima Brigitte Bardot». La rivista Télé 2 semaines parla di «una serie tanto avvincente quanto commovente, servita da un cast impeccabile». Alexandre Letren del sito VL-Media commenta: «la direzione artistica è fluida e sublime, così come la fotografia, e i titoli di testa sono davvero sontuosi, tinti di un'atmosfera chic da Hitchcock anni '50. Anche se il casting è stato particolarmente accurato, il successo della serie è nelle mani di Julia De Nunez. Molto più di un'attrice che interpreta la Bardot, trascende il suo personaggio e il suo alter ego fittizio rivela la forza di una giovane donna e attrice sublime e intensa come l'attrice che interpreta. Julia de Nunez è presente in ogni inquadratura ma non ci si stanca mai dell'immagine, perché ha sempre qualcosa di nuovo da offrire». E Ouest-France chiosa così: «Julia de Nunez sembra non aver bisogno di recitare per catturare l'essenza di Brigitte Bardot. Una rivelazione».

Appuntamento il 17 giugno per il primo episodio.

ABBONATI ALLA NOSTRA NEWSLETTER