Stai leggendo

Saldi invernali in Provenza e Costa Azzurra

Saldi invernali in Provenza e Costa Azzurra

Pronti, attenti, via: la corsa allo shopping scontato parte l'8 gennaio.

I saldi invernali in Francia: date e durata

Non vedete l'ora di approfittare dei saldi in Provenza o in Costa Azzurra? Visto che la normativa è cambiata nel corso del 2019, ecco gli aggiornamenti in proposito.

Per la maggior parte del territorio francese, le svendite invernali 2020 inizieranno mercoledì 8 gennaio e termineranno martedì 4 febbraio. E la regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra non fa eccezione: per 4 settimane (fino all'estate 2019 erano addirittura 6), i commercianti di tutti i dipartimenti potranno vendere le merci già presenti in negozio a prezzi ridotti.

Quasi quasi mi compro una felpa

Le regole dei saldi

A stabilire le regole sono la Legge Pacte (l'acronimo sta per Piano d'azione per la crescita e la trasformazione delle imprese) pubblicata nella 'Gazzetta ufficiale' francese il 23 maggio 2019 - un decreto di pochi giorni dopo che fissa la durata di ciascuno dei due periodi di vendita (invernale ed estiva) in quattro settimane a partire dal 1° gennaio 2020.

Il periodo di vendita di quattro settimane, sia in estate che in inverno, è fisso. Escluse le deroghe, che però non riguardano la Provenza-Alpi-Costa Azzurra, le vendite invernali iniziano sistematicamente il secondo mercoledì di gennaio alle 8.00, a meno che il secondo mercoledì del mese non cada dopo il 12 gennaio, nel qual caso le vendite iniziano il primo mercoledì del mese. A loro volta, le vendite estive iniziano l'ultimo mercoledì di giugno alle 8.00 o il penultimo mercoledì del mese se la datazione è successiva al 28 giugno.

Saldi, un paio di cose da sapere

A tutela dei consumatori, durante i saldi i negozi sono tenuti a esporre in modo ben visibile gli sconti applicati e il prezzo di riferimento sugli articoli scontati. Per la stessa ragione, gli articoli in saldo devono essere facilmente distinguibili da quelli che vengono venduti a prezzo pieno.

Inoltre, la dicitura "ni repris ni échangé" (né ripreso né sostituito) non può valere se il prodotto presenta un difetto nascosto: la legge obbliga il venditore a ritirare il prodotto difettoso e a sostituirlo o rimborsarlo.

Saldi di tutti i colori

Francia, la differenza tra i saldi e le ventes privées

Se siete frequentatori assidui della Francia e siete entrati nel giro (cioè nelle mailing list) di qualche grande magazzino o di qualche catena di negozi, per voi i buoni affari dell’inverno (riservati in genere alla sola clientala fidelizzata) potrebbero cominciare prima della data ufficiale d’inizio dei saldi veri e propri.

In questo caso, però, i commercianti non possono parlare di saldi, ma solo di promotions de déstockage o di ventes privées, annunciate in genere via mail o via sms, che corrispondono ai nostri pre-saldi per i clienti più affezionati.

Rispetto ai saldi ufficiali, in questi periodi i negozi non sono autorizzati a vendere in perdita. Tradotto in pratica, nelle ventes privées gli sconti sono un po' meno significativi che nelle quattro settimane dei saldi.

Saldi invernali, non solo abbigliamento

Pullover collezione autunno-inverno

Per i commercianti, scopo dei saldi invernali è restare senza scorte in magazzino prima dell’arrivo delle nuove merci per la primavera: per l’abbigliamento, le calzature e gli accessori, in particolare, si tratta di fare spazio agli articoli delle collezioni spring-summer. Le riduzioni di prezzo permettono di accelerare le vendite delle collezioni che – regola vuole – sono in vendita da almeno un mese. È per questo che si riesce a spuntare prezzi convenienti su capi e accessori delle collezioni autunno-inverno.

Ma in Francia, così come da noi, i saldi hanno preso piede anche in settori del commercio diversi dall’abbigliamento e meno condizionati nella stagionalità delle vendite. Tanto vale approfittarne.

Tra gli ambiti più interessanti ci sono senz’altro le attrezzature sportive, la gioielleria, l’high-tech e l’électroménager, cioè i piccoli e grandi elettrodomestici: se può essere scomodo riportarsi a casa un frigorifero nuovo, nei piccoli elettrodomestici i francesi vanno fortissimo, la scelta è davvero ampia (perfino nei normali supermercati) e i prezzi sono competitivi.

Tavole da snowboard

Dove andare per saldi in Provenza

Se siete a caccia di un capo originale, i centri e i quartieri modaoli o alternativi delle città, ma anche dei villaggi, fanno per voi: spesso, anche nei piccoli borghi diversi créateurs si associano tra loro e utilizzano un unico concept-store, che gestiscono a turno, per esporre e vendere le creazioni di tutti. E non tralasciate di dare un’occhiata alle bancarelle dei mercati.

Se invece vi interessano i brand più affermati del fashion e le grandi marche sportive, o andate alla ricerca dell’ultimo modello di robot da cucina, invertite la marcia: nelle periferie delle città provenzali sono molto diffusi i centri commerciali, aree in cui si concentrano le grandi superfici della distribuzione organizzata, sia generalista e multimarca, sia monomarca. Se siete shop addicted, potrese finire per passarci intere giornate.

Saldi online: come funzionano

Per gli amanti dell’e-commerce alla francese, è bene sapere che in Francia i saldi su Internet sono sottoposti al rispetto delle stesse date dei saldi offline, a prescindere dalla ‘nazionalità’ della marca e dall'indirizzo della sede dell'azienda che mette in vendita i prodotti.