Stai leggendo

In cerca di buone occasioni, sul filo dei ricordi

In cerca di buone occasioni, sul filo dei ricordi

Vide-grenier: chi svuota la soffitta e chi porta a casa un pezzetto di ieri.

Ci sono cose che, in Provenza, non possono non accadere.

La Provenza ti aspetta domenica in piazza

Prendi un villaggio della Provenza, uno qualsiasi. Hai scelto? Ecco che cosa non puoi evitare.

Tutto comincia qualche giorno primaal parcheggio, quando vai a riprenderti l’auto dopo l’aperitivo al Café de la Place. Sotto il tergicristallo trovi un foglietto: ti fa capire che è ora di lavare la macchina e ti avvisa che domenica prossima, nel centro del paese, ci sarà il vide-grenier.

Eygalières, la promozione del vide-grenier e la macchina da lavare

Riprendi la strada e lo stesso messaggio rispunta ovunque, su un pannello sgargiante attaccato ai pali della luce e ai cartelli stradali, legato attorno ai platani e appeso a qualunque cosa sia in grado di catturare il tuo sguardo.

Avevi pensato di passare una domenica senza fare niente? Hai già cambiato idea e adesso hai anche un programma preciso.

Eygalières, di tutto un po' al vide-grenier

Che cos’è un vide-grenier

Lo chiediamo a Marie France Gautier, arrivata stamattina presto insieme alla sua amica Sonia per mettere bene in mostra sulla piazzola indicata dagli organizzatori la merce che ha tirato fuori da ogni angolo di casa. Provenzale doc, Marie France abita in campagna a poco più di un chilometro dal centro di Eygalières.

Eygalières, Marie France Gautier e Sonia Giraud hanno svuotato le loro soffitte

Lo dice la parola: vide-grenier, svuota-soffitta. Tutto rigorosamente usato. Quando vicino a te si organizza un vide-grenier, affitti una piazzola per pochi euro, porti le cose che non usi più e provi a venderle. Così riesci a fare un po’ di spazio in casa liberandoti di quel che a te non serve e che invece può servire a qualcun altro. Ma è anche un modo per passare una giornata diversa di tanto in tanto. Io partecipo, un paio di volte l’anno, anche perché mi piace stare in mezzo alle persone

Eygalières, al vide-grenier puoi trovare di tutto

Per chi è da un lato e dall’altro della mercanzia, parlare degli oggetti esposti è sempre una scusa per fare quattro chiacchiere; anche la lingua non è mai un problema: in qualche maniera ci si capisce.

Basta una frase – “Ne avevano uno anche i miei nonni, ma era verde”, “Che dice, le sembra la mia taglia?” – per innescare un flusso di racconti e ricordi che rende più piacevole trascorrere un paio d'ore al vide-grenier.

Eygalières, vide-grenier, ''chissà se è la mia taglia''

Cammina, non correre: siamo in Provenza

La passeggiata lungo le piazzole – banchi improvvisati e grandi teli stesi a terra – è la quintessenza del piacere della lentezza: siamo pur sempre in Provenza!

Si fanno due passi, ci si ferma, si guarda, si indica qualcosa a chi è con noi, si commenta, si scherza, si prende un oggetto tra le mani e lo si osserva da tutte le angolazioni. Si fruga in un baule, ci si prova un vestito o un anello, ci si innamora di uno specchio, si chiede il prezzo, ci si resta male perché è troppo alto, si tratta, ci si allontana, si torna…

Eygalières, vide-grenier, meglio controllare bene

Il vide-grenier è una sorta di gara di velocità al contrario: per fare i 100 metri piani puoi metterci anche un’ora.

Dieci consigli made in Provenza

Chiediamo a Marie France qualche consiglio per noi visitatori, mentre Sonia si dedica alle altre persone interessate ai loro vestiti, giocattoli, libri, gomitoli di lana... Ecco il suo 'decalogo'.

Cosa portare

  • Scarpe comode
  • Un po’ di curiosità per le cose di ieri
  • Qualche soldo, perché è impossibile ripartire a mani vuote
  • Un ‘contenitore’ capiente per gli acquisti: un cesto, un cabas… va bene anche una delle borse grandi del supermarché
  • Almeno un’amica. Con la "a" finale, perché gli uomini hanno poca pazienza per queste cose!

Eygalières, il vide-grenier è più divertente con un'amica

Cosa fare

  • Arrivare presto se non si vuole parcheggiare troppo lontano
  • Fare più volte avanti e indietro lungo le piazzole: è impossibile notare tutto al primo sguardo
  • Lasciarsi tentare: al vide-grenier molte cose costano davvero pochissimo
  • Interessarsi alle persone, oltre che alle cose: basta poco per fare amicizia. Inoltre, molti provenzali non vedono l’ora di andare in vacanza in Italia: magari possiamo dare anche noi qualche buon suggerimento
  • Prevedere una pausa al tavolino di un caffè: il vide-grenier è anche uno spettacolo da godere seduti comodi

Il giorno dopo

Il lunedì mattina incontriamo di nuovo Marie France. "Soddisfatta?", chiediamo. "Certo non ho combinato grandi affari", risponde sorridendo, "ma ho fatto un bel po' di spazio nel ripostiglio e negli armadi. E ho passato una bella domenica. E voi?", chiede a sua volta.

"Noi stiamo andando a lavare la macchina...."

Partecipa alla discussione