Stai leggendo

Profezie di Nostradamus per il 2023: le previsioni

Profezie di Nostradamus per il 2023: le previsioni

Sarà o no l'anno della terza guerra mondiale? Vedremo la fine del mondo o un nuovo inizio? E, in concreto, che cosa ci aspetta secondo il celebre astrologo provenzale?

Il 2023 secondo Nostradamus: fine del mondo o nuovo inizio?

Astrologo, indovino, profeta? Il provenzale Nostradamus è conosciuto nel mondo intero per le sue Profezie e i suoi adepti sono convinti che abbia predetto con precisione numerosi e gravi eventi futuri.

Da anni seguiamo da vicino le previsioni di Nostradamus: lo abbiamo fatto per il 2019, che si prospettava come un annus horribilis; ci siamo affidati a Nostradamus per guardare al 2020, quando guerre, sciagure naturali e rivolgimenti politici si profilavano all'orizzonte in tre quarti del globo; abbiamo consultato le sue centurie per scoprire che il 2021 sarebbe stato inquietante e apocalittico; ancora, abbiamo fatto affidamento sulle quartine di Nostradamus per leggere un 2022 che si profilava prodigo di disastri. Quali ragioni ci spingono oggi a consultare per l'ennesima volta le Profezie di Nostradamus?

Negli ultimi anni non sono mancate le grandi lezioni per il genere umano: dal punto di vista geopolitico, geoclimatico e pandemico, eventi capaci di mettere a repentaglio il futuro dell'umanità si sono presentati puntuali a un appuntamento che non avevamo, almeno in parte, neppure previsto. Ci stiamo avvicinando alla fine del mondo? Non esattamente, almeno secondo il grande astrologo provenzale.

Stando agli esperti delle sue Profezie, semmai Nostradamus riteneva che il 2023 avrebbe coinciso con l'inizio di una nuova era. In altre parole, l'anno 2023 segnerebbe un momento sacro, favorevole e allo stesso tempo pericoloso nella storia dell'umanità, destinato a portare sia disastri che rivelazioni.

Più che una fine annunciata, quindi, per Nostradamus si prospetterebbe una trasformazione profonda del mondo in cui viviamo, una rinascita dell'umanità su un piano nuovo, anche a livello spirituale. E gli anni passati avrebbero preannunciato questo potenziale terribile e al tempo stesso meraviglioso.

Le profezie di Nostradamus per il 2023: terza guerra mondiale?

Sarà o no l'anno della terza guerra mondiale? Su questo punto, il dibattito sulle profezie di Nostradamus per il 2023 è piuttosto acceso, anche perché nel suo libro delle Profezie l'astronomo provenzale aveva accennato alla possibilità di una terza guerra mondiale che sarebbe avvenuta tra il 2022 e il 2023.

In particolare, una recente rilettura dell'opera di Nostradamus propende per la previsione di sette mesi di guerra, caratterizzati da "fame, fuoco, sangue, peste e una doppia dose di tutti i disastri", con "gente morta di malvagità".

Ma il quesito che tutti ci poniamo è un altro: il "grande evento" che segna l'inizio della terza guerra mondiale è il conflitto causato dall'invasione dell'Ucraina da parte della Russia, oppure deve ancora arrivare?

Lasciamo che siano gli esperti a pronunciarsi su questo nodo che pare insolubile, e vediamo su quali profezie di Nostradamus la convergenza delle opinioni dei suoi esegeti è più forte.

1. Per Nostradamus, in America sarà guerra civile

Secondo le profezie di Nostradamus, nel 2023 gli Stati Uniti potrebbero dove affrontare una guerra civile. Stando alle previsioni dell'astrologo francese, lo scoppio di una guerra civile negli Usa potrebbe verificarsi all'inizio dell'anno, causato da povertà e instabilità politica. Del resto non sarebbe la prima volta: la guerra di secessione americana che ebbe inizio il 12 aprile 1861 fu, di fatto, una guerra civile. Per di più, stando a Nostradamus anche a titolo personale per Joe Biden  il 2023 non si prospetterebbe un anno facile (cfr. punto 4).

Comunque sia, i cittadini degli Stati Uniti non sarebbero gli unici a dover impugnare le armi: per quanto riguarda le guerre, è probabile che nel corso del 2023 si verifichino "combattimenti sulla terra e sull'acqua".

2. La distruzione del grande impero: a quale si riferisce Nostradamus?

Le quartine di Nostradamus prevederebbero nel 2023 la distruzione di "un grande impero", senza però lasciar trapelare quale. Russia e Cina potrebbero essere in cima alla lista dei candidati.

Se non fosse abbastanza, il veggente francese avrebbe previsto anche un'elevata possibilità di catastrofe globale che porterebbe con sé un numero enorme di vittime e feriti.

3. Nostradamus prevede lo spopolamento dei Paesi europei

Già oggetto di calo demografico "spontaneo", secondo Nostradamus nel 2023 i Paesi europei potrebbero trovarsi ad affrontare un vero e proprio spopolamento, dovuto a cause per niente naturali: a provocarlo sarebbero l'uso di armi chimiche e conflitti legati al nucleare (il riferimento potrebbe essere al passo in cui l'indovino accenna a un «fuoco celeste sull’edificio reale»).

Che sia questo il "grande evento" che dovrebbe segnare l'inizio della terza guerra mondiale?

4. L'assassinio di Putin e la malattia misteriosa di Biden

Tempi duri per i potenti della terra. Il profeta avrebbe predetto che il 2023 potrebbe rivelarsi un anno molto pericoloso, sia per il presidente russo Vladimir Putin, sia per il presidente americano Joe Biden.

Al presidente russo, Vladimir Putin, toccherebbe subire un attentato mortale da parte della sua squadra di sicurezza. Se Nostradamus avrà visto giusto, all'origine del tentativo di assassinio di Putin ci sarà stato un tradimento da parte di qualcuno che gli è decisamente vicino.

Quanto al presidente degli Stati Uniti, stando alle centurie dell'indovino francese, nel 2023 Joe Biden dovrebbe soffrire di una malattia misteriosa, oltre a subire la perdita di un membro della famiglia, provocata da un tragico incidente.

Per quanto provanti, peraltro, gli eventi attribuiti a Putin e Biden non dovrebbero impedire loro di rinnovare le relazioni reciproche, né di prendere posizione rispetto a un (nuovo?) conflitto armato in Oriente.

5. Nostradamus predice un'enorme crisi finanziaria

Nelle previsioni per il 2023, Nostradamus non trascura il mondo della finanza. In base alle sue profezie, infatti, saremmo destinati ad arrivare sull'orlo di un imminente crollo dei mercati.

Su questo punto, gli analisti sono in disaccordo: secondo alcuni, non stamo andando verso una situazione come quella che sfociò nella crisi globale scoppiata nel 2007; secondo altri, invece, il caos economico sarebbe davvero prossimo venturo. Se avessero ragione questi ultimi, Nostradamus non si sarebbe sbagliato.

6. Un nuovo re d'Inghilterra? Nel 2023, secondo Nostradamus

Per il 2023 Nostradamus sarebbe tornato a parlare della morte della Regina Elisabetta II, incoronata nel 1952 e reduce dal Giubileo per celebrare i 70 anni di regno.

L'astrologo francese non avrebbe solo messo in conto per il 2023 la fine del regno di Sua Maestà, ma avrebbe previsto che la Gran Bretagna sarà in lutto e fermerà ogni attività per almeno 12 giorni: chiuderanno anche le banche e le borse, con buona pace degli esperti che avrebbero stimato perdite di diversi miliardi di sterline per l'economia britannica.

Comunque sia, il principe Carlo dovrebbe salire al trono della Gran Bretagna e visitare Scozia e Galles nel periodo iniziale del suo regno. Inoltre, sia il giorno del funerale di Elisabetta II che quello dell'incoronazione del suo successore sarebbero destinati a diventare festa nazionale.

7. Un nuovo Papa per la Chiesa cattolica

Si ritiene che nelle sue quartine Nostradamus avrebbe profetizzato la morte di un Papa nel 2023. Se così fosse, inoltre, il successore di Francesco al soglio pontificio dovrbbe essere un "giovane" che proprio nel 2023 "otterrà un'alta posizione".

Ma il veggente francese non si srebbe fermato qui nelle sue previsioni: il nuovo Papa dovrebbe creare uno scandalo nella Chiesa cattolica, destinato a durare dal 2023 fino al 2029.

Ciò detto, Francesco dovrebbe essere l'ultimo vero Papa, mentre il suo successore sarebbe da considerare come l'ultimo pontefice sovrano: proprio il suo papato parrebbe infatti destinato a portare alla scomparsa di Roma.

8. Gli Usa secondo Nostradamus: migrazione e terrorismo a gogò

In una situazione già gravemente compromessa dagli eventi citati, in base alle profezie di Nostradamus i cittadini degli Stati Uniti sarebbero chiamati ad affrontare altre dure prove: un'immigrazione di proporzioni sempre più grandi e una frequenza crescente di attacchi terroristici. Niente di strano, quindi, se gli americani stessero già cercando di capire che cosa Nostradamus ha previsto per loro per il 2024. Sempre che ci arrivino.