Stai leggendo

La Provenza sul web 3-2021

La Provenza sul web 3-2021

Méli-Mélo provenzale: anticipazioni, notizie e curiosità su Provenza e Costa Azzurra apparse sul web nelle ultime settimane.

Chemins des Parcs, l'app per scoprire i parchi provenzali

Il Parc Naturel Régional des Alpilles segnala la disponibilità di una versione 3 dell'applicazione Chemins des Parcs, ideale per andare alla scoperta dei nove parchi naturali regionali della Provenza-Alpi-Costa Azzurra a piedi, in bicicletta, in mountain bike e a cavallo.

Informando dell'aggiornamento, il Parc Naturel Régional des Alpilles richiama i principali contenuti e funzionalità dell'app mobile Chemins des Parcs, disponibile gratuitamente sugli store Android  e Apple:

  • oltre 300 idee per passeggiate ed escursioni nei parchi delle Alpilles, Baronnies provençales, Camargue, Luberon, Mont-Ventoux, Préalpes d'Azur, Queyras, Sainte-Baume e Verdon, a piedi, in bicicletta, in mountain bike e a cavallo;
  • cartografia integrata con OpenTopoMap;
  • caratteristiche utili per gli escursionisti: durata, difficoltà, dislivello, passo dopo passo, mappa, profilo altimetrico, e raccomandazioni per le passeggiate proposte;
  • più di 2000 segnalazioni di punti di interesse (paesaggi, patrimonio rurale, fauna e flora notevoli, dalla Provenza alle Alpi) e notifiche per avvisare della presenza di un elemento notevole del patrimonio in prossimità del percorso scelto;
  • 3 lingue: francese, inglese e, per il Queyras, italiano;
  • contenuti (inclusi i tradizionali "preferiti") che possono essere utilizzati con o senza connessione Internet (con l'app sul dispositivo), con il supporto del GPS.

Indubbiamente, l'app Chemin des Parcs è uno strumento utile per conoscere da vicino il patrimonio naturale e culturale dei territori preservati della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra.

Letto su: Parc Naturel Régional des Alpilles. inProvenza ha parlato dei parchi naturali regionali della Provenza-Alpi-Costa Azzurra qui.

La segnalazione è per gli amanti delle due ruote con un buon motore sotto: True Riders propone un interessante tour sulla strada della lavanda in moto. L'itinerario tocca alcune delle cittadine più caratteristiche e meno conosciute della Provenza.

Attraverso una mappa, il portale di riferimento per motociclisti permette di farsi un'idea generale del viaggio e di averne una visione d'insieme. La descrizione dell'itinerario vero e proprio, tappa per tappa, è ricca dettagli interessanti e di segnalazioni che consentono di seguire il percorso con facilità.

True Riders offre anche una rassegna di indicazioni utili su "cosa vedere", "cosa sapere" e "cosa mangiare" lungo la via della della lavanda.

Preziose, infine, le indicazioni sul quando. "...l’intervallo dell’anno per godere a pieno delle distese violette", informa la testata, "è tra giugno e luglio. Più precisamente tra la terza settimana di giugno e la metà di luglio, ma la variazione annuale permette di considerare un po’ di elasticità". Ma aggiunge anche che, per evitare un po' di folla, vale la pena di anticipare la vista di qualche giorno, magari "non godendo del pieno della fioritura, ma sicuramente vivendo a pieno la tranquillità della Provenza". Un consiglio che condividiamo in pieno.

Letto su: True Riders. inProvenza ha parlato delle strade della lavanda qui.

La lavanda vince il Sony World Photography Awards 2021

Una campo di lavanda, un albero solitario che si staglia all'orizzonte, il cielo: quante volte abbiamo visto o scattato in Provenza un'immagine così?

Eppure c'è tutto e solo questo nello scatto del fotografo spagnolo Juan López Ruiz che ha ha vinto il Sony World Photography Awards 2021 Open Competition nella categoria paesaggio. Quindi? Un fulmine è stato colto nell'istante esatto in cui colpisce la scena.

Sul sito della CNN l'immagine è la quarta dello slide show. A proposito, il campo di lavanda vincitore non è in Provenza, è a Guadalajara.  Un piccolo tradimento, ma il riconoscimento alla bravura e alla bellezza è meritatissimo.

Letto su: CNN. inProvenza ha parlato della lavanda in tantissimi articoli.

Itinerari profumati in Provenza, andando a… naso

Il progetto Mappae (Medicinal and Aromatic Plant Pathways Across Europe) promuove il turismo lento in Europa attraverso percorsi turistici multisensoriali: invece del GPS, si segue l’olfatto.

Delle 12 identificate finora, due proposte riguardano la Francia, e in particolare la Provenza. Entrambe seguono il fil bleu della lavanda, riportando le eccellenze turistiche e culturali dei territori che attraversano.

Dove trovare i percorsi? L'app Mappae guida fisicamente il visitatore a scegliere il proprio itinerario in base a una località di partenza, ma anche al tipo di erba aromatica di interesse. A sua volta, il sito mappae.eu permette di scaricare i percorsi e contiene video e contenuti multimediali.

Così potremo seguire la scia del profumo di lavanda lungo i due percorsi in Provenza, ma anche scoprire che la stessa pianta si può trovare anche in Croazia o a Cipro. E, aggiungiamo noi, in Italia.

Letto su: Siviaggia. inProvenza ha parlato di itinerari sul tema della lavanda qui.