Stai leggendo

Frammenti di viaggio

Frammenti di viaggio

7-21 maggio 2017

Una Parigi che sa di Peynet nel cuore della Provenza

LuLu, LiLi, e LoLo nell'atelier di Monsieur José Martins a Mougins LuLu e Lili a Parigi, nell'atelier di José Martins

L'ossimoro del "non luogo" con una personalità

Il Club Med di Opio
Club Med Opio, aspettando il Cirque du Soleil

Il fascino della "luce del nord"

Nell'ultimo atelier di Cezanne ad Aix-en-Provence
Atelier Cezanne, la luce che arriva da nord

A passeggio in un film di Rohmer

L'azienda vinicola Plein Pagnier alle porte di Carpentras
Mazan, Plein Pagnier, le vigne

Il tempo della  Camargue che scorre lento e profuma di cuoio

La Sellerie Mailhan a Fourques
Fourques, sellerie Mailhan, il cuoio

E per tetto un cielo di stelle

Le bulles di Attrapp’Rêves ad Allauch
Attrapp’Rêves - La  notte vista da una  bolla

Perché si può anche abitare in un'utopia

La Cité Radieuse di Le Corbusier a Marsiglia Marsiglia, la cité radieuse, corridoio

Il mar rosso del Luberon

Papaveri lungo la D943
Un mare di papaveri

E dietro allo specchio un'onirica fiaba di luci, sospesa tra Alice e Fellini

Blachère Illuminations ad Apt
Blachère illumination tra Alice e Fellini

Le pietre senza tempo della Stonehenge del Vaucluse

L’enclos des bories à Bonnieux
Bonnieux, Enclos des Bories, interno di pietre

Tra le stanze di un quadro tridimensionale di Braque affacciato sul mare

Villa Noailles a Hyères
Hyères, Villa Noailles, interni

Il silenzio che profuma di fiori e resine

L'isola di Porquerolles
Porquerolles, isola di profumi

Partecipa alla discussione