Stai leggendo

Un altro sguardo su Marsiglia, dal Chateau d’If alle isole del Frioul

Un altro sguardo su Marsiglia, dal Chateau d’If alle isole del Frioul

Tra leggenda e natura, If, Pomègues, Ratonneau, Tiboulen e gli altri isolotti dell’arcipelago del Frioul meritano una visita e una sosta. E vi regalano una vista impareggiabile di Marsiglia dal mare.

Il Chateau d’If e la leggendaria fuga di Edmond Dantès

Un fuga magnifica e selvaggia da Marsiglia? La più leggendaria è quella di Edmond Dantès dal Chateau d’If, il castello sull’isola omonima dove fu rinchiuso ingiustamente, vittima di un complotto. Ne Il conte di Montecristo, Alexandre Dumas padre fa scappare il protagonista in modo rocambolesco: Dantès evade chiuso nel sacco che avrebbe dovuto contenere il cadavere del suo amico e vicino di cella (l’altrettanto celebre detenuto Faria), si libera dell’ingombrante involucro gettato a mare dai suoi carcerieri e raggiunge a nuoto l’isolotto di Tiboulen.

Alla scoperta di Pomègues e Ratonneau: le isole dell’arcipelago del Frioul

Voi invece, dopo aver visitato la fortezza-prigione ed esservi convinti che Dantès è esistito davvero (in una cella è ancora visibile il buco scavato nel muro per un altro, più tradizionale, tentativo di fuga), proseguite col battello che vi ha portato fin qui dal Vieux-Port e arrivate all’arcipelago del Frioul. Sulle altre sue isole, Pomègues e Ratonneau, a voi la scelta: 1. cadete basiti dalla bellezza di Marsiglia vista dal mare; 2. vi concedete un bagno nell’acqua cristallina della baia (scelta nella scelta, a Ratonneau: la spiaggia della Maison des Pilotes, il porto-rifugio di Morgiret, il Calanco di Saint-Esève…); 3. fate una passeggiata su questi incredibili sassi bianchi; 4. vi infilate in uno dei ristoranti del posto o aprite la vostra borsa termica e date inizio al pic-nic. A proposito, il pic-nic, in Francia, è un’istituzione; in tutto il paese (piazzole autostradali comprese) le aree attrezzate non si contano e i cugini d’Oltralpe hanno perfino coniato un verbo apposta, pique-niquer. In Provenza, poi, il clima favorisce…

Le avventure del conte di Montecristo

Siete ancora a casa e state solo facendo un po’ di piani? Per ingannare il tempo in attesa della vostra gita all’arcipelago del Frioul, potete sempre leggere Il conte di Montecristo. Certo, il linguaggio non è quello di oggi, ma il ritmo resta incalzante e non mancano i colpi di scena. Soprattutto, il capolavoro di Dumas è diventato un classico proprio perché, a dispetto della collocazione temporale, i caratteri e le storie dei suoi personaggi sono modernissimi. E le trame e gli intrighi orditi per la conquista del potere vi sembreranno di un’attualità sconcertante.

Informazioni pratiche

La traversata verso il Château d'If e le isole del Frioul

If Frioul Express, quai des Belges, 13001 Marsiglia, Tel: +33(0)496110350
www.frioul-if-express.com.
Imbarco: angolo del porto-quai de Rive Neuve (A côté de l'ombrière): i biglietti si acquistano allo sportello il giorno della partenza; i bambini di meno di 4 anni viaggiano gratis.
Il servizio passeggeri viene effettuato 7 giorni su 7, ma gli orari cambiano a seconda delle stagioni e le partenze possono essere condizionate dalle condizioni climatiche e marittime.
La traversata fino al Château d’If dura 20 minuti, quella alle isole del Frioul 30 minuti.

La visita al Château d'If

L’accesso al Château d'If è regolamentato e la fortezza-prigione è chiusa il lunedì, tranne che nei periodi in cui le scuole di Marsiglia e dintorni fanno vacanza.
L’ingresso è a pagamento sul posto (in aggiunta al biglietto per la traversata)
Biglietteria del Château d'If - Tel: 33(0)491590230
www.chateau-if.fr/



Immagine della testata: Château d'If visto dal cielo © vvOTCM

Partecipa alla discussione