Stai leggendo

Cucina golosa e profumata… con la lavanda!

provato per voi

Cucina golosa e profumata… con la lavanda!

Il suo profumo e il suo gusto particolare la rendono adatta sia per i piatti salati sia per i dolci. Prova qualche ricetta alla lavanda e inventane di nuove, anche col tuo bambino!

La forza della lavanda? La sua versatilità. Si usa in mille modi: per profumare ambienti e vestiti, per creare originali decorazioni, nei prodotti per la casa, per l’igiene personale, per alleviare alcuni disturbi di adulti e bambini. E anche in cucina.

Fiori e foglie, perfetti con le erbe provenzali

I fiori, freschi o secchi, hanno un aroma molto intenso e vanno dunque dosati con attenzione nelle ricette. Le foglie, anch’esse commestibili, sono invece più delicate. Un trucco per smorzare l’aroma pungente dei fiori, quando si preparano i dolci, è quello di lasciarli brevemente in infusione nel latte tiepido, latte che poi si utilizzerà per l’impasto del dolce una volta raffreddato (e passato al colino).

Un altro consiglio: sia i fiori che le foglie di lavanda, come del resto le foglie di salvia, maggiorana e menta, possono dare un tocco in più al mix tradizionale delle erbe provenzali: rosmarino, timo, origano, basilico e santoreggia. Con o senza lavanda, una miscela perfetta per insaporire i formaggi di capra e gli altri formaggi freschi, le verdure, le insalate, le carni alla griglia, i primi mantecati.

Piccoli masterchef alle prese con la lavanda

Ricorda che puoi coinvolgere il tuo piccolo masterchef nella preparazione dei piatti. Coinvolgere i bambini in un'attività ‘da grandi’ li responsabilizza e li educa a una sana e varia alimentazione: conoscere il cibo e scoprire sapori e consistenze servirà loro in futuro per alimentarsi in modo corretto. A seconda dell’età, potrai farti aiutare con l'impasto, con la preparazione degli ingredienti, oppure ad affettare o lavare verdura e frutta.

Ecco qualche idea, dal primo al dolce, compresa una buonissima marmellata. E, per finire, la tisana della sera, per rilassarsi dopo una faticosa giornata!

Risottino alla lavanda

Ingredienti per 4 persone

1 litro d’acqua - 1 cipolla grande - 2 carote -  sale - 4 spighe di lavanda in fiore, lavate e asciugate - 500 g di riso - 50 g di burro - 150 g di pecorino - 40 g di parmigiano grattugiato

Prepara il brodo con mezza cipolla, le carote, l'acqua e 2 delle spighe di lavanda, facendo cuocere a fiamma bassa per circa 3 ore. A cottura quasi ultimata, regola di sale. In una pentola da risotto, fai imbiondire l'altra mezza cipolla con il burro, spegni la fiamma e versa il riso. Fai insaporire, girando velocemente per 1 minuto. Metti di nuovo la pentola sul fuoco e versa nel riso 2/3 del brodo; dopo un paio di minuti, abbassa la fiamma e fai cuocere per altri 8 minuti, senza girare. A questo punto, versa il rimanente brodo e dopo 2 minuti il pecorino fresco tagliato a dadini di un centimetro. Appena il risotto risulta cremoso e denso, toglilo dal fuoco e aggiungi i fiori di lavanda delle restanti spighe e il parmigiano grattugiato. Mescola velocemente e servi.

Pollo ai profumi

Ingredienti per 4 persone

8 pezzi di pollo - 1 cipolla - 230 ml di vino bianco (un bicchiere circa) - 350 ml circa di brodo di pollo - 5 rametti di timo - 3 rametti di fiori di lavanda freschi - 3 rametti di rosmarino - olio extravergine di oliva, sale e pepe

Scalda un po’ d’olio in una padella dal bordo alto. Rosola il pollo da tutti i lati. Togli il pollo dalla padella e mettilo da parte. Rosola la cipolla, affettata finemente, nel sughetto del pollo. Quando la cipolla diventa quasi trasparente, rimetti il pollo nella padella, versa il vino e il brodo, aggiungi sale, pepe, il trito di timo, la lavanda e il rosmarino. Copri con un coperchio e cuoci a fuoco lento per circa 30 minuti o, comunque, finché il pollo sarà cotto.

Tartare di tonno con finocchi e semi di lavanda

Ingredienti per 4 persone

500 g tonno pinna gialla - 5 g capperi - 5 g scalogno - 50 g finocchi - 2 g semi di lavanda - sale e pepe

Taglia il tonno al coltello e conservalo in frigorifero. Trita a parte lo scalogno e i capperi. Condisci la tartare con olio di oliva, sale, pepe, scalogno e capperi tritati e amalgama accuratamente il tutto. Disponila su un piatto dandole una forma circolare. Ricopri la tartare con i finocchi tagliati finemente e i semi di lavanda.

Biscottini delicati

Ingredienti

250 g di farina 00 - 150 g di burro - 100 g di zucchero - 1 cucchiaio di fiori di lavanda secchi - 1/2 cucchiaino di lievito - 1 cucchiaino di estratto di vaniglia liquido o mezza bacca di vaniglia - un pizzico di sale

Accendi il forno a 150°. Lavora il burro con lo zucchero fino a ottenere un composto bianco e cremoso. A parte mescola la farina, il lievito, il sale e i fiori di lavanda, dopodiché uniscili al composto di burro. Aggiungi la vaniglia e lavora brevemente quanto basta a ottenere un composto non più farinoso. Forma delle palline o ritaglia i biscotti con delle formine e adagia i biscotti così ottenuti su una teglia coperta con la carta da forno. Inforna per 20/25 minuti. Lasciali raffreddare bene prima di far fare il primo assaggio al bambino.

Panna cotta aromatica

Ingredienti per 4 porzioni

200 g di panna liquida - 50 g di latte intero - 70 g di yogurt magro - 30 g di fruttosio - 7 g di colla di pesce - 1 cucchiaino di fiori di lavanda e 4 spighette - 1 cucchiaino di essenza di vaniglia

In una bacinella mescola bene la panna con il latte e lo yogurt. Unisci lo zucchero e fallo sciogliere. Versa il tutto in un pentolino, unisci i fiori di lavanda e accendi il fuoco. Fai scaldare bene il composto, senza farlo bollire. Spegni e fai raffreddare. Nel frattempo, metti la colla di pesce in un piccolo recipiente con acqua fredda e lasciala almeno 10 minuti in ammollo. Strizza la colla di pesce e uniscila al composto intiepidito. Aggiungi l'essenza di vaniglia e mescola bene.
Versa la crema ottenuta nelle quattro cocottine, filtrandola con un colino. Tieni nel frigo per qualche ora prima di consumarla.
Versa sopra qualche goccia di essenza di vaniglia e… guarnisci con una spighetta di lavanda!

Marmellata di pesche e lavanda

Ingredienti per 2 vasetti da circa 350 g

1 kg di pesche a polpa bianca - 300 g di zucchero (meglio se di canna) - il succo di mezzo limone - 130 g di acqua - 2 rametti di lavanda

Lava i barattoli e i loro coperchi e lascia bollire il tutto per qualche minuto al fine di sterilizzare i contenitori per la marmellata. Lasciali asciugare su un canovaccio di cotone pulito. Lava bene la frutta, che va poi denocciolata, spellata e tagliata a pezzi. Versala in una ciotola, copri con lo zucchero e, infine, con il succo di limone e lascia la ciotola in frigo per qualche ora. Nel frattempo, metti a scaldare l’acqua in un pentolino: appena giunge a bollore, spegni e unisci i rametti di lavanda in infusione, coprendo il pentolino con un coperchio. Lascia la lavanda nell’acqua per almeno un’ora, anche un’oretta e mezza, poi filtra l’acqua eliminando i semi di lavanda. Riprendi la frutta e versala senza mescolare in un ampio tegame, unisci l’acqua alla lavanda e accendi il fuoco. Lasciate cuocere a fuoco basso, senza coperchio e sempre senza mescolare per circa 2 ore. Togli dal fuoco, frulla il tutto con un frullatore a immersione e rimetti sul fuoco per pochissimi minuti. Riempi subito i barattoli di vetro con la marmellata bollente, chiudi e capovolgi per formare il sottovuoto. Solo dopo che si saranno raffreddati, puoi girarli e riporli in dispensa in un luogo fresco e asciutto per almeno un mese, il tempo necessario per verificare l’eventuale formazione di muffe. Dopodiché… buone colazioni e merende!

Tisana rilassante

Ingredienti per 1 tisana

Acqua - 1 cucchiaino di fiori di lavanda - 1 cucchiaino di fiori di tiglio - miele

Metti i fiori in un colino da tè e fai bollire in un pentolino d’acqua per circa 5 minuti. Lascia riposare la tisana per altri 5 minuti. Dolcifica con un cucchiaino di miele e gustala mezz’ora prima di andare a dormire. Questa tisana è un ottimo rimedio contro ansia, stress, nervosismo e soprattutto insonnia, grazie alle proprietà calmanti e rilassanti di lavanda e tiglio.

Adesso tocca a te!


Che ricetta con la lavanda vuoi provare per prima? Ne conosci altre? Condividile con gli amici di In Provenza!

Partecipa alla discussione