Stai leggendo

Marsiglia, lo sport che scorre nelle vene

Marsiglia, lo sport che scorre nelle vene

Dopo la cultura (nel 2013), la città diventa Capitale europea dello Sport 2017. E ce n’è per tutti.

Il barone Pierre De Coubertin – quello che ha fondato i moderni giochi olimpici, per intenderci – diceva "Citius!, Altius!, Fortius!". Un claim, diremmo oggi, perfetto per descrivere Marsiglia: la città provenzale che si affaccia sul Mediterraneo è stata più veloce, più alta e più forte rispetto alle altre candidate e… è stata nominata Capitale europea dello Sport per il 2017.

Quell’evidente vocazione per lo sport

Marsiglia è la prima città francese a conquistare questo titolo, un riconoscimento alla sua vocazione sportiva. Sentite come batte, il cuore dei marsigliesi per l’OM? Lo sapete che un terzo degli abitanti pratica regolarmente un’attività sportiva e che le società sportive di Marsiglia sono oltre 1.500? Che la città e la regione Provence-Alpes-Côte d’Azur sono terra di sport e di sportivi e che hanno visto crescere molti atleti top level? Che Marsiglia ha ospitato eventi importanti come, solo nel 2016, i Campionati Europei di calcio, le regate di Marsiglia One Design e la finale della Coppa del Mondo di pattinaggio di figura?

Sport per tutti e dappertutto

Per celebrare lo sport, la città provenzale propone un intenso programma di eventi nazionali e internazionali. Fra gli appuntamenti da non perdere: le semifinali della Top14 di rugby, la serie A della palla ovale, il 26  maggio e il 27 maggio; e il 22 luglio farà tappa a Marsiglia il Tour de France.

Per tutto l’anno, negli stadi, nelle palestre, nelle piscine, lungo la Corniche, nelle spiagge di Prado e Corbières, nelle piazze e nei parchi pubblici, lo sport sarà ovunque. Lo sport praticato, quello raccontato, quello da vedere al cinema e a teatro. Anche al museo, con la mostra “Nous sommes foot”, dall’11 ottobre 2017 al 12 febbraio 2018.

Le quattro stagioni di Marsiglia

La capitale europea dello Sport ha suddiviso l’anno in quattro ‘stagioni’. Mentre il primo trimestre è stato dedicato ai campioni che sono nati e cresciuti in Provenza, da aprile il programma si caratterizza per gli eventi dedicati alla famiglia. L’estate si chiama “Campioni per natura” con la promozione di attività sportive all’aria aperta. L’anno si chiuderà con l'eccellenza sportiva in tutte le sue forme. Si parlerà di prestazioni, ma anche di volontariato e dei legami tra sport e salute.

Marsiglia sa bene quanto lo sport, al di là dei risultati agonistici, rappresenti un formidabile volano per la coesione sociale e per la nascita e la crescita di attività e settori economici innovativi. Anche per questo è al fianco di Parigi per promuovere la candidatura della capitale come sede dei Giochi olimpici del 2024. Ma come, le due città non erano rivali?


Partecipa alla discussione