Stai leggendo

Isola 2000, 50 anni di sport invernali vista mare

Isola 2000, 50 anni di sport invernali vista mare

Paradiso degli sciatori e regno degli snowboarder, Isola 2000 festeggia mezzo secolo sulla neve.

Isola 2000: 50 anni di neve, sport e divertimento

Con un microclima e un’esposizione favorevoli al massimo innevamento, nel sito di Chastillon vicino al confine con l’Italia (Cuneo è a una sessantina di km.) le condizioni sono ottimali. Tanto che la prima idea di realizzarvi un resort sciistico risale addirittura al 1947. Diversi anni dopo, scoprendo la zona, un consorzio inglese decide finalmente, con l’avallo delle autorità locali, di crearvi una stazione di sport invernali: progettata dal francese Michel Renaud, Isola 2000 viene inaugurata nell’inverno 1971/1972, e rapidamente diventa una località di villeggiatura invernale rinomata sia per la qualità dell’offerta turistica (che oggi può contare su 12mila posti letto) sia per le esperienze che è sempre stata in grado di regalare sul piano sportivo.

In questa stagione invernale 2021/2022 Isola 2000 celebra il suo 50° anniversario. Un’occasione di festa sottolineata da eventi e attività dedicate, e valorizzando gli atout di una località che in mezzo secolo ha fatto molta strada anche in termini di dotazioni e servizi: è del 21 dicembre l’inaugurazione del collegamento Internet 5G, che fa di Isola 2000 la prima stazione 5G delle Alpi Marittime.

Isola 2000, scatto ricordo © Kelagopian - OTC Nice

Che cos’ha di speciale Isola 2000

Con più di 2610 metri in vetta, Isola 2000 è una delle tre sole stazioni in Francia dove è possibile sciare di fronte al mare (le altre due sono Turini-Camp d’Argent e Roubion les Buisses): dal punto culminante della stazione delle Alpi del Sud, la vista spazia dalle cime alpine al Mediterraneo.
Volendo si può addirittura programmare un soggiorno che abbini mare e montagna: dalla costa a Isola 2000 basta un’ora e mezzo di auto o di Bus Neige, la linea diretta di pullman che arriva dalle località del litorale. Per chi vuole concedersi un’emozione particolare, invece, c’è l’elicottero!

Comunque la si raggiunga, Isola 2000 promette 150 giorni di neve l’anno. E anche nel malaugurato caso di precipitazioni scarse – ma non sarà un problema della stagione in corso – le piste vengono imbiancate artificialmente con 430 cannoni da neve.

Quanto a impianti e infrastrutture sportive, parlano i numeri: 120 ettari di superficie coperta dalla neve; 42 piste (3 nere, 11 rosse, 21 blu e 7 verdi) a un’altitudine compresa tra 1810 e 2610 m., per un totale di 120 km.; 20 impianti di risalita.

Non a caso, Isola 2000 è anche luogo di allenamento dell’élite sportiva, e sono numerosi i campioni e le squadre nazionali di discipline invernali, sci e snowboard in testa, che scelgono le sue piste per prepararsi alle competizioni.

Isola 2000, il brivido della discesa © Kelagopian - OTC Nice

Nel regno degli snowboarder

Nel mondo dello snowboard, Isola 2000 è ormai da tempo un punto di riferimento. Lo stesso club di snowboard locale – il Back to Back, nato nel 1991 – ha vinto più di cento titoli nazionali, e nel corso degli anni ne hanno fatto parte campioni nazionali e internazionali come Tony Ramoin, bronzo a Vancouver nel 2010, e Julia Perreira, argento in Corea nel 2018.

Per gli sowboarder, Isola 2000 si fa letteralmente in tre:

  • lo snowpark Tony’s Snowland (chiamato così in onore di Ramoin) è collocato al centro della zona sciistica e ha proposte per tutti i livelli: slopestyle, big air e area principianti;
  • la pista del Mouflon è il “terreno” ideale del boardercross, che qui vede svolgersi anche competizioni nazionali ed europee;
  • il Biopark è uno snowpark immerso nell’ambiente naturale il cui percorso è articolato in otto moduli nascosti nella foresta: in totale, più di 140 m di lunghezza per 12 moduli su 3500 m2, con due diverse zone per principianti ed esperti.

Tavole da snowboard

Isola 2000, mezzo secolo da festeggiare

Per festeggiare i suoi 50 anni, da dicembre ad aprile Isola 2000 mette in campo numerose proposte che affiancano sci e snowboard: sci alpinismo (nel settore della Lombarde), sci nordico (con un anello classico di 5 km), pattinaggio su ghiaccio, percorsi con le racchette da neve (anche in notturna), itinerari a piedi sulla neve battuta, percorsi con i cani da slitta, uscite in motoslitta e perfino una scuola di guida su ghiaccio.

E aspettando marzo, quando ospiterà una tappa di gigante del campionato francese di sci alpino, la stazione invernale moltiplica gli appuntamenti. Sul filo della tradizione, le sfide a palle di neve e la creazione dei pupazzi sono un tuffo nostalgico nell’atmosfera di 50 anni fa. Le sessioni di yoga, gli atelier creativi, la costruzione degli igloo, le dj sessions, gli spettacoli di hip hop e i contest di freestyle segnano il passo della contemporaneità. La suggestione, invece, è affidata alle ore dal tramonto in poi, tra uscite aperitivo al calar del sole, fuochi d’artificio sulla neve e discese con le fiaccole a illuminare le piste.

Ma la proposta che ci piace di più sono i tornei di pétanque sulla neve, perché ci ricordano che la Provenza e la Costa Azzurra sono lì, alla fine della prossima discesa.

Isola 2000, pausa relax © Kelagopian - OTC Nice

Isola 2000 - Informazioni

Per saperne di più su Isola 2000: