Stai leggendo

Provenza, l’autunno dà i suoi frutti

Provenza, l’autunno dà i suoi frutti

Cambio di stagione in Provenza

Oltre che nei colori dei paesaggi e dei viali alberati di borghi e città, l’avvicendarsi delle stagioni in Provenza si nota soprattutto sulle bancarelle dei mercati, dove le tinte intense dell’estate – peperoni e pomodori in testa, ma anche piccole melanzane bianche, striate o viola – lasciano il posto a sfumature più tenui, dal beige al marrone passando per l’arancio: funghi, zucche… e frutta, soprattutto frutta. La stessa che in autunno spadroneggia nelle piccole feste di paese che, grazie alle temperature ancora miti, accompagnano i provenzali verso i mesi più freddi con un’atmosfera festosa e golosa.

Il Festival dell'Ulivo di Ollioules, alla scoperta di un savoir-faire millenario

Frutto emblematico del paesaggio provenzale, l’oliva viene raccolta in autunno. Il villaggio di Ollioules la celebra con la Festa dell’Ulivo l'1 e il 2 ottobre.
Strade, vicoli e piazze si animano di musica che rende ancora più piacevole passeggiare a ritmo lento per le vie del villaggio, ammirando le sue case rinascimentali e le loro decorazioni di gesso in stile provenzale.

Clou della festa è la sfilata: quando arriva, vale la pena di seguirla per assistere alla messa a dimora della pianta di ulivo che ne rappresenta il momento apicale.

Ma la Festa dell’Ulivo di Ollioules è anche la scoperta di un savoir-faire millenario varcando la soglia di un frantoio ancora in attività, sono le dimostrazioni culinarie dove l’oliva è regina, è il piacere di riempire il proprio cesto al mercato, senza dimenticare la gara di aïoli in programma nell'anfiteatro di Place Jean Jaurès e il giro in carrozza che conclude la manifestazione.

Ollioules, 1 e 2 ottobre 2022
Festa dell’ulivo

 Olive sul ramo

La Festa della Mandorla a Oraison, sorprese profumate e gustose

Il 9 e 10 ottobre, la Festa della Mandorla di Oraison svela tutte le sfaccettature di questo frutto a guscio dalle innegabili virtù nutrizionali molto presente nella cucina provenzale.

La manifestazione accoglie stand gastronomici, laboratori culinari e atelier didattici, ma anche simpatiche dimostrazioni della consuetudine antica dei provenzali con questo frutto che quasi mai mancava sulle loro tavole: alla Festa della mandorla di Oraison rivivono gesti ancestrali, come l’abitudine di rompere i gusci delle mandorle con un ferro o una pietra.

La valorizzazione della tradizione è affidata anche alle Fileuses d'Oraison, le filatrici che nei giorni della festa indossano i loro costumi provenzali facendosi ammirare per le vie del villaggio.

Oraison, 9 e 10 ottobre 2022
Festa della Mandorla

Mandorle

Le Fiere della Pera Sarteau, un frutto da riscoprire

Mai sentita nominare? Normale: la pera Sarteau è una varietà antica e poco conosciuta, ma rappresenta un vero e proprio patrimonio biologico e culinario dell'Alta Provenza. Rossa o bianca, bella d’aspetto e deliziosa al gusto, la pera Sarteau si nutre di tutta la dolcezza di un territorio dove non è raro veder pascolare le pecore tra gli alberi carichi di questa prelibatezza.

Le occasioni per un incontro ravvicinato con questo frutto zuccherino in Provenza sono due: il Festival della Pera Sarteau di Draix il 23 ottobre e la Fiera della Pera Sarteau di La Javie il 6 novembre.

Entrambe le manifestazioni offrono l’opportunità di scoprire le attività legate al frutto – a partire da spremitura e cottura – e di assaggiarlo in tutte le sue forme: pere appena colte a km 0, candite o in succo.

Un mercato di buoni prodotti freschi e locali – non solo pere, quindi – è l’occasione per una passeggiata gastronomica e per fare provviste per rendere dolce l’inverno.

Draix, 23 ottobre 2022; La Javie, 6 novembre 2022
Festival della Pera Sarteau di Draix
Fiera della Pera Sarteau di La Javie

Pere Sarteau

La Festa della Mela cotogna di Cotignac, trionfo di dolcezza

Ricca di prelibatezze, allegria e sorprese, la Festa della Mela cotogna di Cotignac torna puntuale ogni anno il 30 ottobre per celebrare questo frutto emblematico della Provenza. Piuttosto irregolare nella forma e poco uniforme nel colore, la mela cotogna si trasforma da brutto anatroccolo in cigno quando diventa cotognata (in Provenza pâte de coing), sorta di gelatina solida che delizia i palati più esigenti.

Quanto a Cotignac, dove la produzione di mele cotogne rivela i suoi segreti, è un delizioso village de caractère del Var, con le sue strade tipiche e le sue abitazioni troglodite. Qui, durante la festa, i produttori approfittano del mercato per dispensare i loro consigli su come preparare una cotognata a regola d’arte, e organizzano visite ai frutteti per scoprire il luogo di produzione di questi frutti così cari agli occhi dei provenzali.

La sfilata della Confrérie du Coing (la Confraternita della Mela cotogna) in costume tradizionale è uno dei momenti da non perdere della festa, ma l’art de vivre provenzale suggerisce anche di puntare su piaceri più semplici, come passeggiare tra gli alberi nella stagione del raccolto, annusare il profumo della mela cotogna baciata dal sole e assaggiarla in tutte le sue declinazioni. Tra giallo dorato delle mele, sole e frutta, l’autunno in Provenza è al suo meglio.

Cotignac, 30 ottobre 2022
Festa della Mela cotogna di Cotignac

Mele cotogne

Le Festa della Castagna a Revest-du-Bion e Fugeret

Quando la Provenza sfoggia i suoi abiti autunnali, spesso lo sguardo è attirato dai tratti di sottobosco tinti del rosso e arancio delle foglie, e costellati di ricci e castagne appena cadute.

Per celebrare la raccolta delle castagne nelle Alpi dell'Alta Provenza, ci si può recare alla Festa della Castagna a Revest-du-Bion, il 30 ottobre, o a quella di Fugeret, la domenica successiva: i due appuntamenti sono un'ode al buon vivere e al buon mangiare.

A Revest e Fugeret, si cammina tra i castagneti che in autunno assumono i loro colori caldi e offrono bellissimi scorci. E si passeggia tra le bancarelle del mercato dei produttori locali, incantati dal profumo delle castagne arrostite. Come una madeleine di Proust, le feste della castagna hanno il sapore di un ritorno all'infanzia.

Revest-du-Bion, 30 ottobre 2022; Fugeret, 5 novembre 2022
Festa della Castagna di Revest-du-Bion
Festa della Castagna di Fugeret

Castagne