Stai leggendo

Jeff Koons a Marsiglia

Jeff Koons a Marsiglia

Le opere del grande artista americano in mostra al Mucem fino al 18 ottobre 2021.

La mostra "Jeff Koons Mucem. Œuvres de la Collection Pinault"

La mostra "Jeff Koons Mucem. Œuvres de la Collection Pinault", proposta dal Mucem di Marsiglia e concepita in stretta collaborazione con l'artista americano, presenta alcune delle sue opere più famose, ed esplora la relazione tra queste opere e gli oggetti quotidiani, le fotografie e i documenti dell'immensa collezione del Mucem, punto di riferimento nel campo delle arti popolari.

Jeff Koons, l’arte che si ispira al quotidiano

Artista chiave della fine del XX e dell'inizio del XXI secolo, Jeff Koons (nato nel 1955 a York, Pennsylvania, USA) trae la sua ispirazione dalla vita quotidiana, da oggetti banali e familiari, spesso dalla cultura americana. Reinterpretando il concetto di Readymade di Marcel Duchamp, Koons mette in discussione l'idea stessa di opera d'arte.

La varietà dei suoi soggetti, i suoi continui riferimenti alla storia dell'arte e al mondo della pubblicità, e la vasta gamma di tecniche che utilizza hanno contribuito a portare il suo lavoro nel nostro immaginario collettivo, offrendo una nuova prospettiva sul nostro rapporto con la vita quotidiana e gli oggetti che ci circondano.
Con uno sguardo perspicace sul suo tempo, non è meno appassionato e curioso delle produzioni materiali del passato, sia artistiche che popolari. L'interesse per gli oggetti quotidiani rende l'incontro tra l'artista e la collezione Mucem un terreno di gioco perfetto.

Un’immersione nel lavoro di Jeff Koons

Grazie al prestito eccezionale di 19 opere della Collezione Pinault, la mostra offre una vera immersione nel lavoro dell'artista, segnato dalle sue opere chiave, sculture (come Balloon Dog, 1994-2000, o Lobster, 2007-2012), e dipinti (come Backyard, 2002, o Dutch Couple, 2007).

Dalle prime opere della serie The New, ai pezzi ormai iconici della serie Celebration, fino alle creazioni più recenti come la Gazing Ball e la serie Antiquity, la mostra ripercorre la carriera dell'artista negli ultimi 35 anni, in ordine cronologico, e rivisita i temi iconografici, le associazioni visive e i modi di espressione che gli sono cari.

Keff Koons e la collezione del Mucem: una conversazione

Ma l'originalità della mostra sta nell'incontro tra le opere di Koons e le collezioni del Mucem. Ogni opera è infatti legata a un insieme di oggetti conservati dal museo per creare una conversazione, a volte formale, a volte simbolica o poetica, tra i grandi pezzi di Jeff Koons e le collezioni di arte popolare.

Per il Mucem, l'esperienza permette una rilettura originale delle sue collezioni: Koons rivisita la loro storia, gioca con la loro plasticità e polisemia, ritorna all'estetica dell'oggetto, talvolta restituisce loro una forma di contemporaneità, facendone e disfacendone il senso in un percorso libero e spontaneo.

Gli oggetti scelti dalle collezioni sono il risultato di un lungo e meticoloso lavoro nelle riserve del Mucem. Jeff Koons ha esplorato l'intera collezione per selezionare oggetti della vita quotidiana, capolavori dell'arte popolare, documenti e fotografie che rendono omaggio alla varietà delle collezioni.

La selezione finale comprende più di 300 pezzi ed è stata basata su discussioni sul significato degli oggetti, il loro uso e la loro forma, invitando i visitatori della mostra a fare una passeggiata contemplativa in cui la bellezza emerge dall'oggetto stesso e dalla sua risonanza con la visione dell'artista.

L’aspirapolvere nella scatola di plexiglas

La scenografia originale e lontana dai soliti modi di presentazione dell'arte contemporanea permette alla mostra di proporre un modo nuovo di mostrare il lavoro di Jeff Koons.

Ad aprire il percorso di "Jeff Koons Mucem", ad esempio, è New Hoover Convertible, New Shelton Wet/Dry 10 Gallon Doubledecker (1981), opera emblematica della serie The New: un aspirapolvere è esposto in una scatola di plexiglas di fronte a una delle unità ecologiche conservate dal Mucem, un dispositivo museografico storico chiave nell'ex Museo di Arte Popolare e Tradizione.

E il tour si conclude con la monumentale Bluebird Planter (2010-2016) della serie Antiquity, un pezzo in acciaio inossidabile la cui lucidatura a specchio e il rivestimento colorato traslucido danno l'illusione che l'opera sia stata realizzata gonfiando un piccolo oggetto in porcellana. In questo caso, l'opera è in dialogo con una serie di oggetti a forma di uccello, come richiami per uccelli e altri piccoli pezzi decorativi.

Un anno speciale per la Collezione Pinault

Con l’importante prestito che ha permesso di realizzare "Jeff Koons Mucem. Œuvres de la Collection Pinault", ha contribuito alla realizzazione di una mostra di un grande museo nazionale. Uno sforzo eccezionale per la Collezione, se si considera che in questo stesso anno ha aperto al pubblico il suo museo parigino alla Bourse de Commerce e ha presentato a Venezia, a Punta della Dogana, una mostra di riferimento dedicata a Bruce Nauman.

Informazioni e prenotazioni

Jeff Koons Mucem. Œuvres de la Collection Pinault
Mucem, J4 — livello 2
19 maggio-18 ottobre 2021
10.00-19.00, tutti i giorni tranne il martedì
La prenotazione non è obbligatoria. I biglietti si possono acquistare sul sito del Mucem.