Stai leggendo

Cannes, il cinema oltre il Festival

Cannes, il cinema oltre il Festival

Visite tematiche, percorsi, street art… Dove e come apprezzare la settima arte lontano dal Festival del Cinema.

Il Festival del Cinema, in maggio, è un vero e proprio tsunami mediatico. Ma a Cannes si respira cinema 12 mesi all’anno, scegliendo il proprio ritmo e senza farsi travolgere da una folla di fan a caccia di celebrities.

Alain Delon a Cannes - Immagine di Georges Biard

Le visite guidate ai segreti del cinema

Ideali per cominciare un weekend lungo, le visite guidate del venerdì sono organizzate in francese e in inglese dal Palais des Festivals.

Due le scelte possibili: Nel cuore del mito vi apre le porte del palazzo del festival e comincia proprio sulla famosa scalinata dove si svolge il cerimoniale della salita dei gradini; Cannes e il cinema ripercorre la storia della città seguendo un percorso costellato di aneddoti, riferimenti e piccoli segreti del mondo del cinema.

Cinema, dietro le quinte

Nessuna voglia di camminare? Sempre davanti al Palais des Festivals, ma lato spiaggia, parte il Train du Cinéma. Non sarà emozionante come l’Orient Express, ma voi starete seduti comodi e i palais della Croisette sfileranno davanti ai vostri occhi.

Il cinema sui muri: affreschi, tompe-l’oeil o street art?

Esiste un solo posto al mondo dove si possono incontrare, tutti insieme, Alfred Hitchcock, James Dean, Alain Delon, Marilyn Monroe, Monsieur Hulot, Buster Keaton, Harold Lloyd, Gérard Philipe, Charlie Chaplin, Jean Gabin e qualche altro collega. Sono i muri del cinema: dal 2002, la città di Cannes vi immortala i divi e i grandi momenti della settima arte. Sognate Marylin? Andate in boulevard d’Alsace. Vi batte il cuore quando sullo schermo scatta il bacio? Allungatevi fino al boulevard de la République.

Diventare un eroe dello schermo

Vi sentite più Pretty Woman o Lara Croft? Han Solo o Edward mani di fobice? Vi vedete bene nei panni di Terminator? Sognate un fisico alla Brigitte Bardot anni 50? Passeggiando per le strade di Cannes vi imbatterete in 14 sagome di dimensioni reali, le silhouettes de cinéma: basta infilare la testa nel buco e sorridere, giusto per il tempo di farvi scattare una foto. I più romantici possono emulare Leonardo DiCaprio e Kate Winslet in Titanic, i più piccoli possono guardare il mondo con gli occhi di Shrek.

Hollywood Boulevard alla francese

Los Angeles ha la Walk of Fame su Hollywood Boulevard, a Cannes si può andare passeggio sullo Chemin des Etoiles davanti al Palais des Festivals. In entrambi i casi, delle le star si trovano la firma e le impronte delle mani. E potete giurare che, tra le sponde del Pacifico e quelle del Mediterraneo, qualche doppione c'è.

Cannes, Chemin des Etoiles © Palais des Festivals et des Congrès de Cannes - Photo AJURIA

Tra i 140 stampi che decorano i marciapiedi di Cannes fanno bella mostra di sé attori, registi e altra ‘gente del cinema’: l'importante è che siano celebri. Anche l’Italia è ben rappresentata, con qualche attrice di fama ma, soprattutto, con un una bella compagine di réalisateurs: Ettore Scola, Michelangelo Antonioni, Francesco Rosi, i fratelli Taviani, Pupi Avati, Sergio Leone e Marco Bellocchio.

Volete dire agli amici che avete ‘lasciato le impronte’ anche voi? Non potranno smentirvi: alcune firme, ormai, sono illeggibili. E la traccia del palmo della mano non è certo come un’impronta digitale.

Partecipa alla discussione