Stai leggendo

Abbinamenti d’autunno a Châteauneuf-du-Pape

provato per voi

Abbinamenti d’autunno a Châteauneuf-du-Pape

Laboratori del gusto alla cioccolateria Castelain: il matrimonio perfetto tra vino e cioccolato.

Che Châteauneuf-du-Pape e la valle del Rodano siano una tra le zone vinicole più rinomate di Francia non sfugge neppure a noi italiani. Ma qual è il rapporto tra la Provenza e il cioccolato? Seguiteci.

Cioccolato tra le vigne della Provenza

Una volta, nel bel mezzo dei vigneti che precedono Châteauneuf-du-Pape arrivando da Sorgues, c’era una pista da pattinaggio. Poi la gioventù è cambiata, il modo di divertirsi anche, e tra le vigne è rimasta una struttura in disuso a guastare il colpo d’occhio verso la cittadina.

Vigne nella valle del Rodano

Fino a che, nel 1994, Didier Castelain ha pensato di impiantare qui la sua fabbrica di cioccolato e di farne un fiore all’occhiello della zona, in piena sintonia con la tradizione vinicola locale.

Una cantina di Châteauneuf du Pape

Manca solo Johnny Depp (e gli Oompa Loompa)

Oggi che la fabbricazione artigianale è stata trasferita ad Althens-des-Paluds, quel grande parallelepipedo color cioccolato che ben s’intona con il verde delle viti circostanti ospita la boutique, un simpatico e golosissimo bar à chocolat (ma trovate anche caffè, tè e altre bevande), un’area dimostrativa, un laboratorio per pasticceri in erba e uno spazio dedicato ai ‘grandi’, per degustazioni, laboratori e veri e proprio corsi di ‘cioccolateria’.

Chocolaterie Castelain, dragées al cioccolato

Insomma, è un posto che non ha niente da invidiare alla fabbrica di cioccolato di Tim Burton, salvo che manca il fascinoso Johnny Depp. A fare gli onori di casa al suo posto, però, c’è una non meno affascinante signora, madame Laurence Castelain, figlia del fondatore e anima della chocolaterie di Châteauneuf.

Chocolaterie Castelain, la tostatura delle nocciole nei contenitori di rame

Tradizioni provenzali al cioccolato

Didier prima e Laurence poi, hanno sempre avuto a cuore la Provenza e le sue tradizioni. Non a caso, il primo cioccolatino prodotto, e tutt’ora simbolo della cioccolateria Castelain, è la palette des papes: una ganache ripiena di marc di Châteauneuf-du-Pape che riporta impresso in superficie l’emblema della città.

Chocolaterie Castelain, i palets des papes

Altra specialità della casa che si richiama alla produzione locale sono le picholines, mandorle ricoperte di cioccolato fondente e avvolte di un sottile strato croccante, verde o nero come le omonime olive provenzali di cui riproducono la forma.

Chocolaterie Castelain, le mandorle rivestite di cioccolato, dette picholines

L’abbinamento vino-cioccolato

Se volete trasformarvi da semplici ‘golosi’ in ‘intenditori’, vale la pena di approfittare degli atélier della chocolaterie, ma ricordatevi di prenotare.
I laboratori più richiesti sono quelli dedicati all’accordo tra vino e cioccolato, entrambi rigorosamente locali: ogni anno gli esperti della cioccolateria visitano i produttori della zona per selezionare la gamma dei vini che saranno messi in vendita nelle boutique Castelain e, tra questi, quelli da abbinare ai diversi tipi di cioccolato.

Chocolaterie Castelain, Châteauneuf-du-Pape, vino 'da cioccolato'

Come un rito d'iniziazione

L’atélier vino-cioccolato è una sorta di rito d'iniziazione, con le sue liturgie e i suoi rituali: inizialmente si degustano i vini (che potrebbero essere, ad esempio, uno Châteauneuf-du-Pape e un Rasteau) per coglierne la struttura e apprezzarne gli aromi; poi si mettono da parte le bottiglie e si assaggiano più varietà di cioccolato, alla ricerca delle diverse sfumature di gusto; infine, si provano le differenti combinazioni, lasciando che gli aromi si sviluppino in bocca, alla ricerca del matrimonio perfetto.

Chocolaterie Castelain, una selezione di palets et ganaches, inclusi i palets des papes

In alternativa (o se siete astemi), potete seguire un corso di fabbricazione di cioccolato, mentre i vostri bambini, guidati da un vero maître chocolatier, si divertiranno un mondo a creare le forme di cioccolato più divertenti (negli atélier di stampaggio) e a decorarle con i colori alimentari (nei laboratori di decorazione).

Chocolaterie Castelain, i pesci realizzati dai bambini aspiranti cioccolatieri.jpg

Natale è dietro l’angolo

Se state già pensando ai regali di Natale, una puntatina alla chocolaterie Castelain potrebbe rivelarsi un’ottima idea. Tra palets des papes, ganaches profumatissime, bonbon pralinati o alla pasta di mandorle, canditi ricoperti di cioccolato, mattonelle di cioccolato e frutta secca con tanto di martello per spaccarle, quadratini e napolitains fatti con cacao provenienti da ogni angolo del pianeta, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Chocolaterie Castelain, l'eleganza di una tavoletta

Anche il packaging, elegante o informale ma con una grafica sempre curatissima, saprà conquistare voi e tutti coloro per i quali state ‘cercando un pensierino’. Noi, ad esempio, ci siamo innamorati di una confezione di tavolette della serie Origines/Térroirs che sembra un cofanetto di libri. Dopo aver letteralmente divorato il contenuto, abbiamo richiuso gli astucci e messo la confezione in bella vista tra i volumi sullo scaffale.

Chocolaterie Castelain, un cofanetto di 'libri' di cioccolato

Informazioni pratiche

Châteauneuf-du-Pape
Boutique vin et chocolat
Atelier animation
1745 route de Sorgues
+33 (0)4 90 83 54 71
Accoglienza atelier: infovisites@castelain.fr
Spazio vino: infovins@castelain.fr
Boutique: boutiquegourmande@castelain.fr
Lun-sab 9.00 -12.00 /14.00-19.00 (festivi 10.00-12.00/14.00-18.00).
Dal 1° luglio al 31 agosto, lun-ven 10.00-12.00/14.00-19.00

Althen-des-Paluds
Boutique di vendita ai privati
83 route des Gaffins
+33 (0)4 90 35 35 35 / 31
Lun-ven 9.00-12.00 /14.00-18.00, chiusura annuale tra luglio e agosto

Coustellet
Chocolaterie Castelain
Route de Cavaillon RD2
+33 (0)4 90 05 74 64
Negozio: castelain.maubec@orange.fr
Mer-sab 10.00-12.30/15.30-19.00, mar 15.30-19.00, dom 9.00-12.00

Maurizio Tucci

Partecipa alla discussione